Quantcast

Piscina di Legnano, Amga Sport: «Dopo le restrizioni la situazione è migliorata, ma non abbastanza»

A colloquio con Igor Piovesan amministratore unico di Amga Sport. con la conferma della necessità di risposte precise entro maggio. La presidente della RNL Maddalena Belloni riceve rassicurazioni dal sindaco Radice

piscina legnano

Dopo due mesi di restrizioni, la situazione della piscina di Legnano non si piò ancora definire «tranquilla»Igor Piovesan amministratore unico di Amga Sport, dopo le ultime polemiche sorte durante la commissione Sport ha tirato le somme di quella che è stata la stagione invernale più dura degli ultimi anni: «Con la chiusura della vasca da 50 metri abbiamo limitato un po’ i costi, la situazione è così  un pò migliorata, ma non tanto da permetterci di dire che vada tutto bene».

L’impianto di viale Gorizia è stato più volte al centro di diverse problematiche: da quelle strutturali, per poi passare a quelle legate alla pandemia. E, da ultimo, al caro bollette che ha costretto Amga Sport a chiudere la vasca da 50 metri coperta. A risentirne sono state le stesse associazioni sportive dalla Team Nuoto Legnano alla Rari Nantes. Basti pensare che la pallanuoto, dopo aver passato mezza stagione fuori casa vista la situazione dell’impianto natatorio di viale Gorizia, ha finalmente disputato la sua prima partita tra le mura di casa, ma senza pubblico. «La quadra di pallanuoto adesso può giocare nella vasca da 50 metri, ma purtroppo al momento il pubblico non può entrare in quanto gli spazi laterali non sono consoni ad ospitarlo». Verso la fine del campionato, quando le temperature lo permetteranno, la vasca sarà scoperta e forse si potrà assistere ad una partita.

In merito al futuro della piscina l’amministratore unico è stato chiaro: «Ci aspettiamo risposte entro settembre in quanto dobbiamo programmare la stagione futura – specifica Piovesan -. Tutti i progetti per rinnovare la piscina li ha in mano il Comune. Francamente spero che tra un mese la situazione venga chiarita». La speranza è quella di poter al più presto prendere una direzione precisa.

Durante la 16a edizione del Trofeo Master Città di Legnano, la presidente Maddalena Belloni ha sottolineato che sarà «fatto tutto il possibile per evitare che si debba un domani arrivare alla chiusura dell’impianto». Il sindaco di Legnano, Lorenzo Radice, e l’assessore allo Sport, Guido Bragato, che hanno presenziato alle gare master di domenica scorsa, «hanno dato rassicurazioni – spiega la presidente Belloni -. L’amministrazione ha affermato di aver a cuore il destino della piscina e che sta valutando possibili soluzioni. Si parla sia di una riqualificazione dell’attuale struttura, ma anche della realizzazione di un nuovo impianto».

Rari Nantes Legnano master

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 12 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore