Quantcast

Associazioni e consigli di Istituto scrivono al Governo: «Tutte le medie a scuola in presenza»

Trentaquattro consigli di Istituto e trenta associazioni dell'hinterland di Milano hanno scritto a Governo e Regione per chiedere di estendere il rientro in classe anche ai ragazzi di seconda e terza media, anche in zona rossa

Generica 2020

Trentaquattro consigli di Istituto e trenta associazioni dell’hinterland di Milano hanno scritto a Governo e Regione per chiedere di estendere il rientro in classe anche ai ragazzi di seconda e terza media, anche in zona rossa. L’istanza è stata indirizzata al presidente della Repubblica, al presidente del Consiglio dei Ministri, al ministro dell’Istruzione e al presidente della Regione Lombardia. A firmare anche consigli di Istituto di Legnano, San Vittore Olona e San Giorgio su Legnano e Canegrate già protagonisti della protesta silenziosa “Un nastro davanti alle scuole

“Un nastrino colorato fuori dalle scuole”, la protesta silenziosa delle scuole del Legnanese

 

«Sia il Tar della Lombardia (ordinanza 13 gennaio 2021), che il Tar dell’Emilia Romagna (ordinanza 15 gennaio 2021) – spiegano i firmatari dell’istanza – hanno stabilito che questa sospensione comprime in “maniera eccessiva”, “immotivatamente” e “ingiustificatamente”, il diritto dei ragazzi “a frequentare di persona la scuola quale luogo di istruzione e apprendimento culturale nonché di socializzazione, formazione e sviluppo della personalità.  Il Tar del Lazio il 26 marzo 2021 ha inoltre disposto che la presidenza del consiglio entro il 2 aprile riesamini le misure che, sulla base del Dpcm del 2 marzo, comportano l’automatica chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado nelle “zone rosse”, prevedendo il ricorso alla didattica a distanza nelle “zone gialle” e nelle “arancioni’, “(…)»

I firmatari sottolineano che «anche il presidente dell’ ANCI Lombardia (sindaci lombardi) ha scritto al ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi e al presidente regionale Attilio Fontana per chiedere di valutare la possibilità di estendere la riapertura delle scuole agli alunni delle classi di seconda e terza media anche in zona rossa» ribadendo che «la scuola in presenza – di ogni ordine e grado – è un diritto, nonché bene primario e servizio essenziale e, come tale, deve proseguire a prescindere dal colore della singola regione di appartenenza».l

A sostegno della loro richiesta anche le misure di sicurezza adottate dalle scuole: «La scuola rappresenta oggi un luogo sicuro per i ragazzi e per il loro futuro, sia sotto il profilo dell’emergenza, essendo le aule scolastiche i luoghi dove sono meglio garantite le misure di prevenzione, il distanziamento ed il tracciamento dei casi; sia sotto il profilo della loro educazione cui tutti noi adulti siamo chiamati: la scuola rappresenta il luogo
dove i ragazzi possono trovare quel minimo interscambio personale necessario perché essi possano sentirsi sostenuti e confortati nell’attuale difficile momento e perché possa in loro essere mantenuta viva la fiamma dell’interesse ad una vera e completa istruzione, capace un
domani di tenerli lontani dallo spettro della dispersione scolastica arrivata oggi ai massimi storici».

I firmatari sono:
gli scriventi di 34 Consigli di Istituto Componente Genitori e n30 Associazioni e Comitati dei Genitori delle Scuole secondarie di primo grado dei Comuni di Bresso, Cambiago, Canegrate, Casarile, Cassina De Pecchi, Cernusco Sul Naviglio, Cologno Monzese, Gessate, Gorgonzola, Inzago, Legnano, Mediglia, Melegnano-Cerro al Lambro- Carpiano, Milano, Melzo, Noviglio, Paullo, Peschiera Borromeo, Pioltello, Pozzuolo Martesana, Rodano, Rozzano, San Giuliano, San Vittore Olona e San Giorgio Su Legano, Segrate, Sesto San Giovanni, Sesto San Settala, Trezzano S/N, Truccazzano, Vignate, Vimodrone.

«Con questa istanza – concludono i promotori dell’istanza – ci uniamo con determinazione alla richieste di ritorno in presenza di tutte le altre realtà italiane!»

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 31 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore