La Regione approva una mozione a favore delle scuole paritarie

Soddisfazione dalla Federterziario scuola per impegno economico della Regione Lombardia a favore degli studenti iscritti alle scuole paritarie

Generico 2018

Federterziario Scuola, Associazione datoriale che riguarda il mondo della scuola, esprime vivo compiacimento per la mozione approvata dal Consiglio Regionale della Lombardia a favore delle scuole paritarie: «Ringraziamo il consigliere Luca Del Gobbo, quale presentatore della mozione, ed anche i rappresentanti della maggioranza che, insieme alle opposizioni, hanno approvato questo significativo documento praticamente all’unanimità, con una sola astensione».

Manifesta così la sua soddisfazione il prof. Antonio F. Vinci, coordinatore di Federterziario per la Regione Lombardia, che prosegue: «Importante decisione perché giunge in un grave momento per il Paese e per le scuole non statali, in serie difficoltà economiche per la pandemia. Si tratta del riconoscimento della libertà di istruzione e educazione, per la quale le scuole paritarie, cattoliche e laiche, esercitano un ruolo importante».

«Un impegno che dovrà realizzarsi con un sostegno economico per queste scuole che, se restano in vita, fra l’altro alleggeriscono lo Stato da un nuovo onere che sopraggiungerebbe con l’immissione nelle scuole statali di migliaia di allievi che non troverebbero più la loro scuola paritaria a settembre», la conclusione del professore legnanese fondatore degli istituti Vinci di Gallarate e Varese.

Federterziario scuola, forte di 430 scuole iscritti, di cui 112 solo in Lombardia, ricordiamo coinvolge con il suo CCNL il personale di istituti non statali, enti di formazione, scuole di preparazione e dell’infanzia.

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 13 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore