Quantcast

La corsa per evitare la catastrofe: “La mappa nera”

Il conto alla rovescia incalza l'indagine di questo eroe solitario, di fronte al quale si delineano scenari sempre più foschi

libro sul comodino

La mappa nera
di J. Deaver
ed. Rizzoli
€ 19.00

Deaver è celeberrimo per i thriller tesissimi e pieni di azione: con il personaggio di Colter Shaw ha aggiunto suspence e un’azione non poliziesca, anche se sempre alla ricerca della giustizia.

Colter è un “localizzatore”, ovvero ritrova persone e oggetti scomparsi: unica regola, non lavorare per i criminali. la regola deriva dagli insegnamenti del padre, che con alcuni di loro – molto potenti – ha avuto a che fare prima di morire.

Ora Colter ha deciso di portare a compimento l’indagine paterna ed è per questo che si trova ad Alvarez Street, una strada popolare di San Francisco. Seduto sulla sua Yamaha, Colter Shaw osserva l’edificio color fiordaliso del civico 618. Se quella casa custodisce davvero ciò che lui immagina, allora davanti a sé ha la chiave per riprendere la missione del padre: smascherare la BlackBridge Corporate Solutions, una società che opera nel nebuloso mondo dello spionaggio industriale e ricorre a ex membri dell’intelligence, militari e, all’occorrenza, criminali, per
schiacciare senza pietà chiunque si frapponga tra lei e i suoi obiettivi.

L’ispezione della casa rivela un’informazione fondamentale: la prova per inchiodare la compagnia è custodita in una borsa. Per trovarla, Colter ha a disposizione una mappa della città, nascosta molti anni prima dal padre, su cui sono segnati diciotto punti: diciotto luoghi e forse altrettanti indizi che potrebbero condurlo fino a lei. La sfida è ardua,
ma arrendersi alle difficoltà, per lui, non è mai stata un’opzione. Mentre sfreccia da un quartiere all’altro di San Francisco braccato dai mastini al soldo dell’azienda, la pericolosa caccia al tesoro in cui è impegnato dissotterra verità che lo coinvolgono in prima persona, per poi assumere una nuova urgenza: la sopravvivenza di un’intera famiglia è appesa a un filo e lui ha solo quarantott’ore di tempo per scongiurare il peggio. L’unica certezza è che dietro c’è, ancora una volta, lo zampino della BlackBridge.

Il conto alla rovescia incalza l’indagine di questo eroe solitario, di fronte al quale si delineano scenari sempre più foschi. Perché la borsa protegge un segreto che, nelle mani sbagliate, potrebbe scatenare una vera e propria catastrofe.

Amanda Colombo – Galleria del Libro

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 07 Agosto 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore