Quantcast

Un consiglio comunale litigioso più di una assemblea condominiale, Legnano ha bisogno di altro

Non si litiga mai da soli. Quindi, maggioranza e minoranza sono protagonisti negativi entrambi nelle discussioni in consiglio comunale

comune di legnano

“Ma andranno avanti a litigare ancora a lungo? No, dai… non è possibile!». La battuta di un lettore, questa mattina, dopo la seduta consiliare di giovedì sera, fa risaltare quello che emerge soprattutto dai confronti in video dei nostri amministratori pubblici: l’aspetto fortemente contradditorio.

Un consiglio comunale dedicato esclusivamente a interrogazioni e a mozioni è abbastanza inusuale. Noi, quello di ieri, l’avevamo pertanto inquadrato in un progetto di collaborazione per aiutare la città anche in “piccole cose” come la puzza in strada, un’auto da spostare, i pali della luce nei tetti dell’Oltrestazione, i topi in centro. Argomenti che, forse, non vengono nemmeno più discussi in una assemblea di condominio, perchè risolti a monte. Sembrava insomma che le buone intenzioni, soprattutto del presidente “paciere” Federico Amadei, potessero davvero trovare riscontro nei fatti.

Invece…, invece, ancora una volta, la litigiosità è tornata a emergere in tutta la sua negatività, con la delusione del lettore-elettore. Ad indisporre le minoranze soprattutto i voti contrari della maggioranza su tre mozioni: quella dei pali della illuminazione pubblica che nelle vie Cattaneo, Venezia e Genova bucano le gronde dei tetti,  quella sulla sicurezza nel quartiere Canazza e quella relativa ai sistemi di isolamento degli immobili.

Tre mozioni respinte che hanno indispettito parte delle minoranze, perchè la maggioranza, pur condividendone lo spirito e anche attivandosi per risolvere i problemi evidenziati, ha deciso di votare in maniera contraria: «Noi preferiamo offrire una collaborazione nella sostanza,  piuttosto che nella forma», la motivazione dei gruppi al governo. Assolutamente non apprezzata dalle opposizioni, che chiedevano anche un segnale di condivisione politica.

Neppure la decisione di proseguire o meno la seduta dopo la mezzanotte e mezza ha trovato l’accordo tra le parti: «Cosa rimaniamo qui a fare, se ci respingete ogni mozione?», il rifiuto delle minoranze a continuare.  Da come si sono lasciati, sperare che il dialogo torni subito a un livello più utile a tutti, oggi, appare arduo. Noi siamo convinti che tutti debbano fare uno sforzo. Così confidiamo soprattutto nella esperienza dei consiglieri con più anni alle spalle di consigli comunali, ma anche nella passione giovanile e genuina di chi siede in assemblea da poco tempo. Come speriamo che il buon senso abbia sempre priorità rispetto al vocabolario Treccani, quando si deve fornire la risposta a una interrogazione.

Il Comune di Legnano si è impegnato a creare un Istituto Tecnico Superiore (ITS)

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 09 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore