Quantcast

Cimitero parco Legnano: la sepoltura di fedeli islamici tra contrasti e spaccatura nell’opposizione

Modificato il regolamento cimiteriale grazie anche ai voti di Fratelli d'Italia e Forza Italia, sempre più distanti dalle posizioni critiche di Lega e Lista Toia. L'area è stata confermata nel Campo San Marco

cimitero parco

Con i voti della maggioranza, di Forza Italia e di Fratelli d’Italia è stato approvato in commissione consiliare il nuovo regolamento cimiteriale che porta alla realizzazione di un’area del cimitero parco di Legnano alla sepoltura di fedeli islamici. Per un costo di 30mila euro, con la relativa delibera approvata a breve in consiglio comunale, verrà approntato uno spazio all’interno del campo San Marco dove troveranno posto un centinaio di tombe.

La discussione in commissione ha avuto momenti di forte criticità con Lega e Lista Toia che si sono battuti per una soluzione diversa , presentando anche due emendamenti comunque respinti, uno dei quali per delimitare l’area al cimitero parco in maniera “recintata e ben definita”. Una lotta definiremmo impari quella che ha coinvolto Carolina Toia, Daniela Laffusa e Francesco Toia, soprattutto per la posizione assunta dai “colleghi” d’opposizione Letterio Munafò e Stefano Carvelli che si sono dichiarati favorevoli al progetto della maggioranza, rafforzando ulteriormente la posizione di quest’ultima.

E’ stato soprattutto Munafò a chiarire la sua posizione: «Bisogna manifestare solo rispetto per una religione diversa dalla nostra e per persone arrivate sul territorio, che qui vivono e lavorano in maniera regolare. L’investimento che stiamo facendo è importante per dare un servizio alla comunità, il costo è secondario. Sono altresì favorevole all’iniziativa che sta seguendo il giusto iter burocratico».

I riferimenti del consigliere di Forza Italia erano ad alcune critiche della Lega e della lista Toia per i 30mila euro necessari all’operazione e alla modalità scelta dalla amministrazione per arrivare alla definizione dell’intero progetto, per il quale attualmente non esiste una delibera di giunta che identifichi l’atto politico: “Voi state facendo, come in altre occasioni, e non capisco perchè, un percorso al contrario”, questa la considerazione di Daniela Laffusa, contraddetta comunque dall’assessore Monica Berna Nasca che ha ribadito: “la modifica del regolamento non ha bisogno di un atto di giunta”.

L’idea manifestata proprio da Laffusa e già portata in consiglio comunale è stata indirizzata piuttosto a un nuovo cimitero interamente dedicato ai musulmani e condiviso con i comuni del territorio. Progetto, secondo il consigliere di maggioranza Giacomo Pigni, che nasconde la volontà della Lega di non volere la nuova area al cimitero parco per problemi ideologici: “Vi nascondete dietro tecnicismi per non dire che siete contrari al progetto – un suo commento – . Non solo, chiedete un altro cimitero che richiederebbe un impegno economico dieci volte superiore ai 30mila euro rispetto all’area che stiamo approvando”. Intervento che ha ulteriormente acceso la discussione, non avendo gradito Lega e Lista Toia l’accusa di qualsiasi forma di razzismo.

La votazione finale, se ce ne fosse stato bisogno, ha ulteriormente confermato le distanze all’interno della opposizione, con Lega e Lista Toia isolati da Forza Italia e Fratelli d’Italia, con il Movimento dei cittadini di Franco Brumana assente e che non dimostra la stessa convinzione manifestata su altri argomenti, come l’ultimo in tema di ex stalle del Castello visconteo.

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 24 Marzo 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore