Quantcast

Brumana e Accam, la “battaglia” continua con una interrogazione consiliare

Il consigliere di minoranza insiste sulla sulla sua linea per la chiusura dell'impianto e adesso contesta alcuni incarichi professionali assegnati dall'azienda, nonostante lo stato di insolvenza

Accam Legnano

Sembra una guerra ormai persa quella del consigliere comunale di minoranza Franco Brumana (Movimento dei cittadini) per la chiusura di Accam, ma non si perde d’animo l’avvocato legnanese e ancora in questi giorni cavalca la sua, quasi personale, battaglia con una nuova iniziativa. Si tratta di una interrogazione consiliare perchè, scrive nel documento, “risulta che Accam nel 2020, in pieno stato di insolvenza, ha conferito diversi incarichi professionali”.

Brumana li elenca: all’avv. Inzitari euro 179.400 per un “piano di risanamento o un accordo di ristrutturazione del debito” riguardante un numero molto ristretto di creditori; 88.504 euro all’avv.Tavella per la negoziazione assistita riguardante una richiesta di risarcimento di danni.

“Il piano economico e finanziario prevede inoltre la spesa di oltre 200.000 euro per i costi professionali riguardanti la ristrutturazione dei debiti nell’ambito della procedura di concordato – prosegue Brumana- . Il Comune di Legnano, essendo socio di Accam e principale azionista di Amga, società che insieme ad Agesp si propone di salvare Accam dal fallimento accollandosi di fatto di debiti della società insolvente, ha interesse a che Accam contenga le spese”.

Con queste premesse, Brumana chiede al sindaco Radice “se ritiene necessarie e congrue queste spese professionali,  se in proposito ha verificato il tariffario degli avvocati, le prestazioni svolte, i risultati ottenuti ed i contratti di incarico professionale, se intende assumere iniziative in merito alle spese sopraindicate”.

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 18 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore