Pd: “Su Amga alcuni della minoranza hanno perso la voce”

Il Partito Democratico di Legnano torna sulle recenti cronache, "assolvendo" i soli grillini...

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Partito Democratico di Legnano sulla vicenda Amga e le recenti cronache giudiziarie. Il Pd accusa le minoranze, assolvendo solamente i consiglieri del Movimento 5 Stelle, di avere perso la voce su un caso «grave e drammatico» auspicando che «oltre ad occuparsi di sensi unici, di foglie sulle strade, di cartelli stradali scomparsi e divelti o di qualche pensilina, facciano qualche interrogazione consiliare anche su questa materia».


Sulla vicenda AMGA alcune forze politiche di minoranza hanno perso la voce.

Nei giorni scorsi la cronaca locale ha riportato notizie di rilievo, che testimoniano quanto fosse grave e drammatica la situazione ereditata dalla precedente Amministrazione.

Ci aspettavamo che anche su questa vicenda le forze di minoranza, così come su tutto il resto, occupassero il protocollo del Comune con interrogazioni e richieste di chiarimenti. Invece niente. Il silenzio, come si fossero addormentati.

Il giudice del lavoro ha condannato l’ex Direttore Generale di Amga – licenziato nell’estate di  due anni fa – a risarcire l’azienda con oltre duecento mila euro. In questo caso il giudice ha dato pienamente ragione all’azienda, testimoniando, non solo la correttezza del procedimento, ma anche la rilevanza degli addebiti presentati all’ex Direttore.

Ora, con la causa che è stata avviata presso il Giudice civile, constateremo la reale situazione.

I precedenti Amministratori saranno, infatti, chiamati a rispondere di danni all'azienda per parecchi milioni di euro. Parliamo di decine di milioni di euro tolti ai cittadini e sprecati da una gestione che sembrerebbe, a dir poco, disinvolta.

Si tratta degli stessi che, all’inizio del mandato dell'Amministrazione comunale Centinaio, ci ritenevano inadeguati a governare e che parlavano di AMGA come di una Ferrari da competizione.

La reale situazione era ben diversa. Come ha affermato mesi fa il Vicesindaco Luminari, possiamo senza dubbio affermare che – numeri alla mano – il risultato più importante della Giunta Centinaio sia stato salvare AMGA dal fallimento! Non possiamo non esprimere il nostro apprezzamento al Presidente e al nuovo Consiglio di Amministrazione per il lavoro che sta svolgendo.

Eppure in questi anni le forze di minoranza – grillini esclusi – non hanno perso occasione per svilire il lavoro fatto dall’Amministrazione e dal nuovo vertice aziendale.

Spesso hanno negato la crisi. In altri casi hanno polemizzato sui lavori in corso cercando cavilli per fare le solite polemiche utili a loro per ricavare qualche titolo sulla stampa, ma certamente non utili a consentire ai cittadini di capire la realtà dei fatti.

Ora aspettiamo con fiducia che qualcuno chieda scusa o quantomeno che adotti un comportamento coerente.

Nell'ultima seduta del Consiglio Comunale, ad esempio, abbiamo assistito all'ennesima polemica pretestuosa sulla "semestrale" di AMGA. La Giunta e la dirigenza AMGA sono state accusate di aver dato la relazione solo alla stampa e non al Consiglio. Peccato che quella polemica venisse da qualche banco di consigliere già presente in passato quando AMGA non dava la semestrale semplicemente perché non la faceva.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione di AMGA, sin dal suo insediamento, la sottopone all'approvazione dei Soci, così come prevede la legge e solo dopo ne diffonde, a mezzo stampa, i risultati.

Facciamo un auspicio: che le minoranze vogliano vederci chiaro sulle recenti vicende giudiziarie.  Che, oltre ad occuparsi di sensi unici, di foglie sulle strade, di cartelli stradali scomparsi e divelti o di qualche pensilina, facciano qualche interrogazione consiliare anche su questa materia.

PD LEGNANO

di valeria.arini@gmail.com
Pubblicato il 28 Ottobre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore