Quantcast

“Palio di Legnano e Storia, un binomio valido anche a settembre”, parola di gran maestro

Giuseppe La Rocca, a capo del "Collegio", conferma l'impegno perchè il Palio, anche se lontano dalla data dell'anniversario della Battaglia di Legnano, saprà mantenere il suo elemento storico

Palio di Legnano: il quadro del 40esimo del Collegio

Il Palio di Legnano, anche se in una data lontana dall’annuale anniversario della battaglia (domenica 19 settembre, come ultimamente fissato per il suo rinvio), non perderà la sua caratteristica di celebrazione storica. Parola di gran maestro. Giuseppe La Rocca (nella foto a sinistra con il vice Andrea Monaci), a capo del Collegio dei capitani e delle contrade, si espone per primo, dopo la nostra “provocazione”, suggerita da chi nella nostra festa ama soprattutto la storia. Così, anche se trasferito a settembre, nel Palio non verrà meno il suo principale riferimento, la ricorrenza di un fatto elevato a esaltazione di libertà e di unità dei comuni italiani.

«Sbaglia chi crede che si stia pensando soltanto alla gara ippica – il pensiero di La Rocca – . Noi sappiamo bene cosa sia il Palio e non perderemo assolutamente di vista il suo aspetto storico. Tutto dipenderà dalla diffusione dl virus, ma l’intenzione è festeggiare degnamente la data del 29 maggio, con una manifestazione, in quella data, come Legnano merita e come le contrade hanno sempre fatto e desiderano fare anche in questo difficile periodo».

«Ogni decisione dipenderà dal Comitato Palio che si riunirà tra pochi giorni – spiega ancora La Rocca -.  Intanto, proseguiamo il cammino verso la nuova stesura dello statuto della Fondazione. Siamo sulla strada giusta per assegnare al Collegio la sua corretta collocazione nella organizzazione del Palio. In particolare, sono felice che con la Famiglia Legnanese si sia instaurata una piena collaborazione».

 

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 24 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore