Quantcast

Parabiago Medievale e El Bigatt danno appuntamento al 2022 per rievocare la Battaglia di Parabiago

Parabiago Medievale e El Bigatt, due associazioni locali fortemente radicate sul territorio, hanno presentato ufficialmente un appuntamento per rinnovare una importante pagina di storia locale

Parabiago Medievale e El Bigatt rievocano la Battaglia di Parabiago

Con l’imprimatur istituzionale del sindaco Raffaele Cucchi e degli assessori Mario Almici e Diego Scalvini, Parabiago Medievale e El Bigatt, due associazioni locali fortemente radicate sul territorio, hanno presentato ufficialmente un appuntamento in calendario per il 2022 e che la città aveva già in programma lo scorso anno ma che non è andato in porto a causa dell’emergenza coronavirus. Si tratta della rievocazione storica della battaglia accaduta a Parabiago nel 1339 e raccontata in un volume curato da Francesco Granito dal titolo “Milletrecentotrentanove, il nemico alle porte”. (Foto in copertina di Sergio Banfi)

Galleria fotografica

Parabiago Medievale e El Bigatt rievocano la Battaglia di Parabiago 4 di 8

«Parabiago Medievale nasce tra amici, amanti del Medioevo, spunto è stata la battaglia accaduta a Parabiago  – spiega Francesco Granito -. Azzone Visconti , legittimo erede del padre alla signoria, venne sfidato dallo zio/cugino Lodrisio, inizialmente con congiure, quindi con un vero e proprio esercito. Verona diede a Lodrisio circa seimila uomini, tra venturieri e svizzeri, che misero a ferro e fuoco i borghi vicino Milano e che il giorno prima mise a scacco l’orgogliosa Legnano. A Parabiago Lodrisio sconfisse prima le avanguardie milanesi e poi il grosso dei reparti guidati da Luchino, ma le retroguardie di Azzone Visconti sconfissero le superiori armate di Lodrisio… Milano vinse! E fu quasi un miracolo. Noi vogliamo celebrare quanto accaduto».

Insieme Parabiago Medievale, ecco l’associazione “sorella” El Bigatt del presidente Marco Morlacchi e una nuova entità legnanese, l’Ordine dei Cavalieri di Legnano. Un “gemellaggio” con Legnano ancora da verificare e promuovere, ma anche la presenza oggi in piazza Maggiolini del cavaliere del Carroccio, Riccardo Ciapparello, e di altri esponenti del Palio di Legnano testimonia almeno i buoni rapporti tra le due realtà storiche.

«La nostra città ha una storia importante – ha sottolineato ancora una volta infatti il sindaco Raffaele Cucchi -, lo sappiamo bene, abbiamo monumenti nazionali, personaggi storici vissuti qui e molto altro… Ma siamo capaci di esserne orgogliosi? Per poterlo essere davvero, occorre conoscere la nostra storia, ecco allora l’occasione odierna che ci permette di iniziare a pensare a un evento comunitario per il 2022».

 

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 21 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Parabiago Medievale e El Bigatt rievocano la Battaglia di Parabiago 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore