Gli anni della “mala” affascinano il Ratti

Il film è inserito nel programma del Busto Arsizio Film Festival, per la rassegna Made in Italy - Stasera sarà proiettato Madeleine...

Pienone in Sala Ratti, a Legnano, per la proiezione di Italian Gangsters con la partecipazione in sala  degli sceneggiatori Federico Gnesini e Valentina Strada. 

Inserito nel programma del Busto Arsizio Film Festival, per la rassegna Made in Italy, il docu-film, vincitore della sezione Orizzonti al Festival di Venezia, ha colpito il pubblico per la sua capacità di raccontare gli anni della "mala" tra fascinazione e realtà.

Il regista, Renato De Maria, ha scelto sei "Spietati": Ezio Barbieri, Paolo Casaroli, Pietro Cavallero, Luciano De Maria, Horst Fantazzini, Luciano Lutring. Gli attori che li interpretano ne ricostruiscono la psicologia con un semplice ma profondo dialogo di fronte alla telecamera (colpisce la loro bravura), le fonti storiche, messe a disposizione dall'Istituto Luce, e gli spezzoni di film fanno il resto. 

«Tutti hanno una componente umana – hanno spiegato gli sceneggiatori – anche i banditi. In questo caso hanno avuto un atteggiamento conflittuale nei confronti delle proprie vite attorno alle quali hanno auto-costruito, caricandoli di romanticismo, i rispettivi personaggi. Nello scrivere questo film non ci siamo posti questioni morali».

A moderare il dibattito, Celeste Colombo. 

Questa sera nuova tappa del Baff con la proiezione di Madeleine. Qui la trama. In sala insieme ad Andrea Osvart, produttrice del film.

Alle 21.30 per la serata BAFF OFF al Circolone di Legnano (Via San Bernardino, 12) è prevista la proiezione (pillow screening) di Trainspotting di Danny Boyle, a vent'anni dall'uscita. A seguire VJ Set di Ariele Frizzante.

Qui il programma di tutta la giornata 

 

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 17 Marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore