Pensotti – Sices: nominato il curatore fallimentare

La cassa integrazione di 12 mesi emessa dal decreto Salva Genova potrebbe decadere - I sindacati aprono un tavolo di trattativa.

La Pensotti-Sices di Legnano è ufficialmente in procedura fallimentare. È quanto stabilito dal giudice del Tribunale fallimentare di Varese che ha respinto la proposta di concordato liquidatorio presentata dalla proprietà. 

Lo stato fallimentare è stato dichiarato martedì 10 aprile, e nel contempo è stato nominando il curatore della procedura ossia l'avvocato Marco Bianchi. 

Un momento delicato per i lavoratori che sino allo scorso febbraio stavano aspettando di ricevere l'assegno di cassa integrazione di 12 mesi emessa dal decreto Salva Genova. Un ammortizzatore, quest'ultimo che, vista l'attuale situazione, potrebbe decadere. Ipotesi che è ancora tutta da chiarire, ma che preoccupa fortemente le parti sindacali che intendono aprire un tavolo di trattativa con il curatore fallimentare. L'obiettivo è quello di chiarire questo delicato punto.

«Il fatto che la Pensotti sia in procedura fallimentare non esclude l'ipotesi che essere salvata da un imprenditore – afferma Edoardo Barra, responsabile di zona della Fim per l'Alto Milanese -. Ed è una possibilità che noi non escludiamo. Nel frattempo chiederemo un incontro con il curatore per capire le sue intenzioni e se è possibile mantenere la cassa appena avviata».

di gea.somazzi@gmail.com
Pubblicato il 11 Aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore