Quantcast

Due legnanesi tra i 100 talenti under 30 scelti da Forbes Italia

Si tratta di Giorgio Ciron e Marco Laganà, entrambi con un percorso al Liceo Galileo Galilei

Generica 2020

Giorgio Ciron e Marco Laganà, entrambi legnanesi e con un percorso comune al Liceo Galileo Galilei, sono stati inseriti nella lista Forbes dei 100 under 30 italiani leader del futuro.

Giorgio Ciron, 29 anni, è stato selezionato nella sezione “Social Impact” per la sua posizione come Direttore di InnovUp (https://www.innovup.net/), per il suo ruolo come Project and Public Affairs Manager dei Gruppi Sanità e Trasporti di Assolombarda e del Progetto Startup Town. 

All’interno di InnovUp, startup nata nel 2020 dalla fusione di Italia Startup e dell’Associazione dei Parchi Scientifici e Tecnologici (APSTI), rappresenta le istanze delle oltre 300 imprese associate attraverso la collaborazione con le Istituzioni.

Il legnanese Giorgio Ciron direttore dell’Associazione italiana innovazione e startup

Marco Laganà, fondatore di Dog Heroes, è stato selezionato da Forbes Italia tra i 100 talenti italiani under 30 perchè nell’ultimo anno ha saputo sviluppare e validare sul mercato la propria offerta di cibo fresco per cani.

Dopo un’esperienza da designer nel mondo della moda con una propria azienda di scarpe e un periodo da direttore creativo, Laganà, classe 1991, ha fondato insieme a due soci – Pierluigi Consolandi e Gregoire Desforges –  la startup che produce e consegna a domicilio pappe, realizzate senza additivi chimici né conservanti, risultato di processi processi produttivi identici a quelli della produzione alimentare per l’uomo. Carne, verdure, cereali, vitamine e sali minerali, sono cucinati in un laboratorio in Lombardia; un algoritmo, realizzato con l’aiuto di veterinari, permette all’utente di calcolare il fabbisogno calorico del cane e di ricevere direttamente a casa delle porzioni su misura.

La startup, che a un anno dal debutto vanta oltre 1.500 clienti in abbonamento e più di 80.000 pappe distribuite, ha chiuso – si legge su Forbes – un primo round di finanziamento in pre-seed di 400mila euro da un unico angel investor, Gregoire Desforges, tra i co-fondatori della startup. Questa cifra ha consentito di testare il mercato, valutare la domanda e le possibilità di espansione. Per finanziare il secondo anno operativo, i soci hanno deciso di ricorrere al crowdfunding.

Generica 2020

 

 

 

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 02 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore