Quantcast

Legnano alla guida del sistema produttivo lombardo per l’energia e l’ambiente

Il Piano Strategico LE2C 2021-27 è stato presentato in un webinar, con l'introduzione del presidente, il legnanese Luca Donelli

donelli

Il Piano Strategico LE2C 2021-27, con i suoi quattro pilastri strategici (riduzione della CO2, sviluppo dell’idrogeno, digitalizzazione e simbiosi industriale) è stato protagonista di un webinar che ha contato circa 100 partecipanti e 9 relatori. Nato nel 2009 a Legnano come Energy Cluster, Lombardy Energy Cleantech Cluster oggi ha sede a Milano. Rappresenta il sistema produttivo lombardo per l’energia e l’ambiente, è composto da circa un centinaio tra piccole, medie e grandi imprese, 15 associazioni imprenditoriali ed enti no profit, 9 tra università e centri di ricerca, 5 enti di pubblica amministrazione e 4 istituti bancari e 2 società di stampa.

La presentazione del Piano Strategico è stata curata dal presidente di Lombardy Energy Cleantech Cluster, il legnanese Luca Donelli, nel triennio 2011-14 presidente del Gruppo Giovani di Confindustria Alto Milanese,  quindi nel 2015 vice presidente della stessa Confindustria Alto Milanese. L’imprenditore legnanese guida la Donelli Alexo, azienda costituita nel 1997 per scorporo dall’impresa Donelli srl fondata nel 1911. L’attività consiste nella fornitura e applicazione di pitture e rivestimenti di ogni genere a base di prodotti vernicianti e similari, nonché di tutte le operazioni accessorie e preliminari alle suddette attività sia su opere nuove che con interventi di manutenzione.

Durante il seminario, con gli interventi anche dei vice presidenti Maurizio Delfanti e Riccardo Bellato sono stati illustrati le sfide e gli obiettivi delle sei Aree di Competenza indentificate da LE2C, con l’obiettivo finale di informare il pubblico della definizione e della individuazione dei nuovi obiettivi e delle strategie che il Cluster si propone di adottare nei prossimi sei anni.

L’Area di Competenza Circular Economy è stata presentata da Vincenzo Mauro, esperto di analisi legislative ambientali di Assolombarda e referente per le Associazioni Industriali. Omar Perego, Project Manager di RSE e referente per la Ricerca, ha descritto le sfide e gli obiettivi individuati per l’Area di Competenza LE2C Smart Energy Systems. L’Area Green Building è stata presentata da Angelo Luigi Marchetti, AD di Marlegno e referente d’Area per l’industria, mentre Gianni Tartari, Senior Research Associate IRSA-CNR e referente per la Ricerca dell’area Water Energy Nexus ha posto in evidenza il problema degli inquinanti emergenti e la valorizzazione delle acque reflue come risorsa e non come scarto, secondo i principi della economia circolare vista nell’ottica della sostenibilità ambientale.

Marialuisa Volta, professore ordinario dell’Università degli Studi di Brescia e referente per la Ricerca dell’Area Clean Air, ha evidenziato quanto l’esposizione all’inquinamento atmosferico della popolazione e le emissioni di gas serra siano legate alle attività di produzione e consumo di energia, riscaldamento domestico e traffico automobilistico.

Infine, l’Area di Competenza Sustainable Manufacturing è stata presentata da Giuliano Ramondino, End User Sales Manager di Schneider Electric e referente per l’industria, che ha approfondito le sfide del settore verso una sostenibilità vera, misurabile e condivisibile con gli stakeholder.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 04 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore