Quantcast

“Fermenti in comune”, Legnano “chiama” i giovani per rilanciare il territorio

Legnano cerca partner per partecipare al bando ANCI "Fermenti in Comune", che punta sulle idee dei giovani per affrontare le sfide sociali delle comunità

comune di legnano

Legnano “chiama” i giovani per rilanciare il territorio. Palazzo Malinverni è alla ricerca di partner per la partecipazione al bando ANCI “Fermenti in Comune”, attraverso il quale 4.960.000 euro del fondo per le politiche giovanili verranno utilizzate per supportare l’avvio o per rafforzare progetti messi in campo dai giovani per affrontare le sfide sociali prioritarie per una comunità.

Il contributo massimo che ogni proposta potrà ricevere è determinato dalla popolazione residente nel comune e per Legnano ammonta a 120mila, ma alle risorse del bando dovrà comunque aggiungersi un cofinanziamento pari almeno al 20% del costo complessivo. La firma sui progetti non potrà però essere solamente di Palazzo Malinverni: le idee dovranno essere sviluppate insieme ad associazioni, entri privati o altri partner pubblici del territorio che si rivolgano ad un target di età tra i 16 e i 35 o abbiano un direttivo composto in maggioranza da giovani tra i 18 e i 35 anni.

Il bando “Fermenti in Comune” copre cinque aree: l’uguaglianza per tutti i generi, con proposte che puntino «all’eliminazione delle discriminazioni, della violenza e delle pratiche dannose e che hanno come focus il riconoscimento di pari diritti per tutti»; l’inclusione e la partecipazione, con azioni mirate alla «piena inclusione e partecipazione dei giovani nel tessuto sociale, economico e culturale del paese in tutti i livelli territoriali»; la formazione e la cultura, con progetti mirino alla «realizzazione di sviluppo e crescita delle competenze dei giovani e che investono l’intero perimetro della vita collettiva»; l’ambiente e il territorio, con idee per la «tutela dell’ambiente in tutte le sue sfaccettature; l’autonomia, il welfare, il benessere e la salute, con iniziative per migliorare le «condizioni di vita che abbiano come focus l’autonomia economica e sostanziale per i giovani, investendo gli ambiti di benessere e salute».

Le idee che arriveranno in comune con tutte le carte in regola dovranno poi confluire in un progetto e il tempo stringe. La finestra per “candidarsi” al bando scade venerdì 29 gennaio, e quindi già mercoledì 20 gennaio ci sarà il primo incontro di co-progettazione per individuare le proposte più idonee a dare vita ad un unico progetto e più in sintonia con le linee programmatiche e gli strumenti di pianificazione adottati dal comune.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 14 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore