Mascherine gratuite, boom di richieste in farmacia

Da alcune farmacie ecco come procede la distribuzione LA SITUAZIONE SUL TERRITORIO CANEGRATE SAN VITTORE OLONA PARABIAGO CASTELLANZA

È iniziata ieri, 7 aprile, nelle farmacie legnanesi la distribuzione delle mascherine chirurgiche che Regione Lombardia ha messo a disposizione gratuitamente alla cittadinanza. Ogni farmacia ne ha a disposizione 1.000 da distribuire dando precedenza a over 65 e e alle persone affette da gravi patologie. La richiesta è molto alta e sono i farmacisti a dovere individuare la clientela che, secondo i criteri indicati, ne ha maggiore diritto.

Abbiamo sentito alcune farmacie della città per capire come sta procedendo la distribuzione. 

[pubblicita] Alla farmacia Legnano sono state distribuite 150 mascherine sulle 1000 consegnate dal Comune, tramite Regione, per la distribuzione gratuita alla cittadinanza: «Come da indicazione del Commissario Cirelli – spiega la titolare – abbiamo dato la priorità a persone over 65 e a persone con patologie. Quelle che distribuiamo sono mascherine chirurgiche e monouso: ne diamo una per persona, se poi dovessero avanzare valuteremo se darne altre. Siamo noi a proporle e sono apprezzate. La clientela è informata e chiede informazioni in merito». Le mascherine chirurgiche, ricordiamo, sono monouso e hanno una durata di 3-4 ore. 

La Farmacia della Stazione ha distribuito più di un centinaio di mascherine contingentate. Numerose le chiamate ricevute da cittadini che richiedono il dispositivo pur non essendo persone fragili.

Ammontano a circa 300 i dispositivi offerti dalla Farmacia San Paolo di Legnano, consegnati agli over 65 e malati cronici. Alcune mascherine sono state donate anche a persone che si trovano in difficoltà economica.

Alla farmacia Guarnieri, nell'Oltrestazione ne sono rimaste solo 500, la metà di quelle a disposizione per la distribuzione. «Il primo giorno si sono precipitati tutti – spiega il titolare, Antonio Guarnieri – e non è stato facile fare capire che le mascherine non erano per tutti ma un gesto, un piccolo aiuto che la regione ha fatto senza comunque risolvere il problema della carenza di dispositivi». 

Alla farmacia Centrale ne sono state distribuite 300, come su indicazione degli enti, a persone ove 65 o con patologie. Alla farmacia del Corso in quasi due giornate ne sono state distribuite 350: «Come indicato in una seconda circolare in alcuni casi se lo riteniamo opportuno ne diamo più di una (massimo 3 ndr) a persone – spiegano dalla farmacia -. La gente ha iniziato a richiederle già 4 giorni fa e in alcuni casi non è stato semplice spiegare che non le avevamo ancora a disposizione». 

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 08 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore