Cucchi: “Richiesti ad ATS tamponi per le case di riposo”

Sempre delicate le situazioni in alcune RSA della nostra zona 

E' un bollettino sempre carico di preoccupazione quello che proviene dalla case di riposo del territorio. Perchè, se è vero, che la RSA Sant'Erasmo rimane la più colpita dal virus, in questi ultimi giorni emergono altre situazioni sul territorio che meritano attenzione.

[pubblicita]Oggi, abbiamo descritto quanto sta accadendo alla Casa Famiglia di Busto Garolfo dove sono cinque i casi di positività al coronavirus riscontrati tra ospiti (tre) e operatori (due)

In serata, il sindaco di Parabiago, Raffaele Cucchi, ha aggiornato la situazione alla RSA “Casa del nonno”. Qui, due persone ospedalizzate nelle scorse giornate sono in condizioni stazionarie e sono risultate positive al tampone. Il terzo ospite ospedalizzate è deceduto.
La Direzione Sanitaria ha segnalato la presenza di 8 ospiti con la temperatura corporea superiore a 37.5° ( tutti gli ospiti sono sistemati presso la zona dedicata al distanziamento dai restanti) uno di questi risulta in condizioni con sintomatologia sospetta.
"Da ieri – sottolinea Cucchi – abbiamo inviato la richiesta per i tamponi ad Ats per gli ospiti e sollecitato l'esecuzione anche per gli operatori che devono rientrare in servizio".

Alla RSA Leopardi "La Villa", segnala sempre il sindaco parabiaghese: "un ospite presenta sintomi riconducibili al COVID-19 e uno, attualmente, è ricoverato in ospedale; sono 30 gli ospiti in isolamento. La società La Villa precisa che i decessi, purtroppo, intervenuti nel corso del mese di marzo scorso non sono riconducibili eziologicamente al virus, ma sono stati determinati da patologie e comorbilità pregresse e in totale assenza di sintomatologie correlabili al predetto virus".

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 06 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore