Rotary Parchi Alto Milanese con un service in Guinea Bissau

Finanziata la costruzione di un asilo di una scuola e di un piccolo ospedale - Una equipe guidata dal dr. Giuseppe La Rocca da dieci anni ha attivato uno studio dentistico

Galleria fotografica

Rotary Parchi Alto Milanese con un service in Guinea Bissau 4 di 7

Anche quest’anno, nello scorso mese di febbraio, un gruppo di amici del nostro territorio si è recato per una missione umanitaria in Guinea Bissau. I componenti del viaggio sono stati Bruno Morlacchi, Sabrina Amadeo, Ernestina Ricotta, Giuseppe La Rocca e suo figlio Michele.

Per chi non sapesse dove si trova questo paese, siamo a sud del Senegal all’estremità ovest del continente Africano. E’ un’ex colonia portoghese di circa tre milioni di abitanti ed è riconosciuto come uno dei cinque stati più poveri del mondo.

Il progetto, sostenuto sin dal primo anno dal Rotary Parchi Alto Milanese, che negli anni ha finanziato la costruzione di un asilo di una scuola e di un piccolo ospedale, ha riguardato iniziative di sostegno alle Missioni Cattoliche dell’Ordine delle Suore Adoratrici del Sangue di Cristo di Bula, Ingorè e Bissau e della Missione Cattolica di Bubake di Padre Luigi Scantamburlo. Il gruppo ha avuto come base operativa Bula, un paesino a nord dello Stato.

[pubblicita]Il dr. Giuseppe La Rocca in tutti questi anni ha attrezzato uno studio dentistico dove sono state fatte cure odontoiatriche a numerosi pazienti che in quel territorio non hanno la possibilità di ricevere cure odontoiatriche, come del resto succede nella totalità del Paese, a parte qualche rara realtà gestita da medici Cubani nella capitale Bissau, a condizioni economiche, seppur estremamente modeste, impossibili per quella povera gente.

Michele, igienista dentale, affiancato da Sabrina, invece ha tenuto corsi a circa duemila fra bambini e giovani della cittadina e dei villaggi nella foresta circostante. A tutti è stato consegnato un opuscolo di istruzione in lingua locale, uno spazzolino e un dentifricio.

Ernestina, già responsabile del reparto di Neuropsichiatria infantile dell’Ospedale di Legnano, è stata di grande aiuto alle Suore nel segnalare e individuare, dopo colloqui con interprete locale, giovani con disagi psichici.

Da ultimo Bruno si è occupato del delicatissimo compito di provvedere alla sterilizzazione degli strumenti e del materiale chirurgico.

Ma a Giuseppe piace sottolineare un fatto che giustamente ritiene molto importane e di grande soddisfazione personale e professionale: "Due studenti del corso di Medicina dell’Università Cubana di Bissau, che da due anni mi seguono durante tutto il periodo di permanenza a Bula, stanno perfezionando le loro competenze Odontoiatriche. Quindi una doppia soddisfazione, la cura dei pazienti e la formazione professionale di due giovani locali", il suo commento, perchè prosegue "questo è sempre stato il mio desiderio e questo dovrebbe essere l’obiettivo di tutti coloro i quali prestano la loro opera in questi poveri paesi. Le iniziative di sostegno economico e sanitario sono certamente fondamentali, e nel caso della Guinea Bissau insostituibili, ma occorre fare in modo di educare e istruire professionalmente quanti più giovani possibile".

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 17 Marzo 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Rotary Parchi Alto Milanese con un service in Guinea Bissau 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore