Tenta una rapina in sala slot, 38enne denunciato dopo 11 mesi

L'uomo di Lonate Pozzolo era scappato a mani vuote - La Polizia di Stato di Busto Arsizio è riuscito a rintracciarlo.

Undici mesi fà tentò di rapinare una sala slot,  oggi è stato identificato e denunciato dal Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio. Si tratta di un 38enne che, durante la fuga, perse un lungo coltello.

[pubblicita]  Il fatto risale alla sera dello scorso 17 gennaio quando l'arrestato, con il volto nascosto da una sciarpa e un cappello che lasciavano scoperti solo gli occhi, entrò nel locale dopo averne bloccato la porta di ingresso per evitare che si richiudesse alle sue spalle rallentandogli la fuga. Visti l’abbigliamento e il comportamento dell’uomo, che non lasciavano presagire nulla di buono, i due gestori cinesi della sala gli si fecero incontro ma vennero subito apostrofati con un imperioso “voglio i soldi!”. Il malvivente non aveva però previsto la veemente reazione delle vittime: i due gli si scagliarono addosso ingaggiando una colluttazione nel corso della quale il rapinatore, prima di darsi alla fuga a mani vuote, perse cappello, sciarpa e un lungo coltello che teneva in tasca.

Immediate le indagini degli investigatori del Commissariato di via Ugo Foscolo che, subito arrivati sul posto, acquisirono le immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza e sequestrarono gli oggetti persi dal rapinatore. Questo, grazie ai fotogrammi e alla successiva comparazione tra le tracce biologiche repertate su sciarpa e cappello e il profilo genetico dell’indiziato, acquisito durante una perquisizione nella sua abitazione, è stato ora identificato come un 38enne di Lonate Pozzolo, con piccoli precedenti, e denunciato per tentata rapina alla Procura della Repubblica.

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 16 Novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore