Impianto di via Roma a Rescaldina, ennesimo atto vandalico: “Tutto ha un limite”

Ancora una volta nel mirino lo spogliatoio dell'impianto sportivo di via Roma a Rescaldina - La denuncia della presidente di ASSR

Ancora un atto vandalico. Ancora una volta nel mirino lo spogliatoio dell'impianto sportivo di via Roma a Rescaldina. A denunciare è Sabrina Landonio, presidente dell'associzione ASSR che si occupa della gestione.

[pubblicita]Come si può vedere dall'immagine postata su facebook, durante le feste di Ferragosto è stato sfondato un vetro, rovinato a terra, il secondo in poco tempo. «Credo che tutto abbia un limite – scrive la presidente – Proprio mentre stiamo avviando i lavori per imbiancare gli spogliatoi di via Roma, per far trovare ai ragazzi un ambiente pulito e sano, ecco l'ennesimo atto di vandalismo. Da quando sono presidente ASSR, nemmeno 5 mesi, credo sia l'ottava denuncia. Senza contare le denunce effettuate dal direttivo precedente. Dalla foto si vede ancora il compensato posizionato sulla finestra già sfondata precedentemente. Serramenti rotti in continuazione, porte sfondate, tentato incendio: mi chiedo dove dobbiamo arrivare».

La presidente tiene a precisare che ASSR è costituita esclusivamente da volontari che hanno il solo obiettivo di far funzionare lo sport a Rescaldina: «Come possiamo lavorare in queste condizioni? ma non è possibile trovare una soluzione una volta per tutte?»

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 16 Agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore