Quantcast

Nuoto per neonati: l’elettrocardiogramma non è necessario

Secondo l'Asl il certificato medico non deve essere presentato per i più piccoli...

Corso di nuoto per neonati: Amga Sport ha soppresso la richiesta di certificato medico non agonistico, con elettrocardiogramma. Come segnalato dal medico prediatra di base, Vincenzo Saitta Salanitri  – qui il nostro precedente servizio –  una circolare della Regione Lombardia stabilisce che tale certificazione non è necessaria.

Dopo averla sottoposta ai suoi uffici legali, la società sportiva ha quindi diramato un comunicato stampa, da titolo "una nuotata al giorno… toglie il medico di torno", nel quale conferma di avere «soppresso l’obbligo della certificazione per lo svolgimento dell’attività ludico-motoria, recependo quanto stabilito nel Decreto del Ministero della Salute recante “Linee guida di indirizzo in materia di certificati medici per l’attività non agonistica». «Amga Sport e l’Ufficio Legale del Gruppo – si legge nella nots stampa – avevano già nelle settimane scorse iniziato a lavorare su tale questione, al fine di dare piena attuazione al Decreto stesso».

«Le Linee guida poste dal Ministero della Salute – ribadisce la pesponsabile dell’Ufficio Legale del Gruppo Amga pongono l’obbligo di certificazione a chi pratica attività sportiva a livello agonistico e a chi, ricorrendo determinati presupposti, pratica attività sportiva non agonistica; restando esclusa da tale obbligo l’attività ludico-motoria, per la quale non è richiesta la certificazione medica. Per attività ludico-motoria, la normativa fa riferimento a quell’attività praticata da soggetti non tesserati alle Federazioni sportive nazionale, alle Discipline associate, agli Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI, individuale o collettiva, non occasionale, finalizzata al raggiungimento e mantenimento del benessere psico-fisico della persona, non regolamentata da organismi sportivi, ivi compresa l’attività che il soggetto svolge in proprio. Il parere legale rilasciato ad Amga Sport è stato infatti di non richiedere più il certificato medico per accedere ai corsi neonatali, nei confronti dei bambini (di età compresa tra i 3mesi e i 3 anni) e dei genitori-tutori che li accompagnano, salvo casi eccezionali».

Amga Sport, dopo aver consultato come di prassi l’Ufficio Legale delle Società del Gruppo, ha stabilito che il certificato, per attività non rientranti nell’ambito di applicazione delle Linee guida in esame, non sarà richiesto ai propri iscritti.  «Fino ad oggi abbiamo richiesto tali certificati – ci tiene a precisare il presidente di Amga Sport, Sergio Allegrini non solo perché la legge lo prevedeva, ma anche per tutelare i bambini, adolescenti e adulti che svolgono attività ludica nei nostri impianti da ormai tanti anni;  per questo invitiamo i nostri utenti a rivolgersi al medico curante nei casi in cui si passi da uno stile di vita sedentario ad uno attivo, e qualora si intenda praticare un esercizio fisico intenso, soprattutto per i soggetti a rischio». Ciò viene anche evidenziato nel documento della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 24 Luglio 2013.

L’Ufficio legale del Gruppo Amga sta inoltre valutando anche l’opportunità di estendere le linee guida del Ministero per i bambini fino ai 6 anni di età, eventualmente introducendo un limite solo in caso di passaggio dalla vasca piccola alla vasca grande.  La proposta, presa in considerazione da Amga Sport, è ancora in fase di valutazione.

Di seguito anche  la posizione ufficiale di ASL Milano 1, richiesta dai perdiatri legnanesi, Saitta Salanitri e Marina Camiletti chesi appellano ad una circolare della Regione Lombardia spiegando che tale certificazione non è necessaria. Certificazione che Amga Sport ha sottoposto ai suoi uffici legali 

 

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 09 Settembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore