Quantcast

Istruzione per adulti: con il Cpia la scuola è accessibile a tutti

Aperte le iscrizioni ai corsi statali per italiani e stranieri over 16...

Sono aperte le iscrizioni al nuovo Cpia, polo di riferimento per l'istruzione per adulti. Con Legnano comune capofila, la scuola statale, che riunisce i vecchi centri presenti a Rho, Magenta e all'interno del carcere di Bollate, è pronta a mettere in atto la grande rivoluzione della formazione per stranieri e italiani "over 16".  

Al suo debutto, la dirigente Lorella Finotti (nella foto a sinistra), ufficialmente in carica dal primo di settembre, sarà in ufficio tutto agosto per mettere a punto le importanti novità introdotte dalla riforma. Un cambiamento che non sarà solo formale ma sostanziale con l'avviamento dei percorsi modulari, tre per ognuna delle quattro assi disciplinari più importanti: italiano, matematica, scienze e lingue: «La novità – spiega la preside – è che l'adulto potrà scegliere, in base alle sue esigenze, di iscriversi a tutti i moduli oppure solo ad uno o a due. La formazione viene "cucita" addosso al singolo studente, creando percorsi personalizzati, flessibili e il più possibile funzionali all'ambito lavorativo che si intende intraprendere».

La frequenza dei moduli è inoltre valida all'ottenimento delle 825 ore di istruzione necessarie per assolvere l'obbligo scolastico, ma non è solo agli adulti che non hanno conseguito il diploma di scuola media che questi sono indirizzati: «L'obiettivo – ha spiegato la dirigente scolastica – è quello di arginare il più possibile la dispersione scolastica, dato che secondo una ricerca Afol, nel nord ovest di Milano, sono 2mila i cosiddetti Net, ragazzi che non studiano e non lavorano dopo la licenzia media e, allo stesso tempo, intercettare i bisogni latenti della popolazione adulta che ha esigenze particolari. Penso ai tanti disoccupati che hanno bisogno di una formazione specifica per rientrare nel mondo del lavoro. A loro offriamo una didattica orientata che va a rinforzare anche la fiducia, uno stimolo non solo professionale, di spessore».  Ogni modulo, che sia di lingua o di letteratura, viene infatti riconosciuto nel curriculum vitae della persona che lo ha frequentato.

Il Cpia organizza anche corsi di lingua per stranieri (a Legnano sono già un centinaio gli iscritti per il prossimo anno scolastico) ed è sede degli esami, in collegamento con la Prefettura di Milano, finalizzati all'ottenimento della carta di soggiorno. Oltre ad organizzare corsi di lingue e di informatica,  offre poi servizio di orientamento e di avvio al futuro professionale. 

L'altra novità riguarda la collaborazione con gli istituti superiori che offrono corsi serali per adulti e che da quest'anno dovranno essere concordati con il Cpia, capofila per tutta la formazione per adulti. Le scuole superiori sono chiamati a firmare un accordo di rete, per il momento siglato in zona dal Dell'Acqua di Legnano e dal Mendel di Villa Cortese. Il Bernocchi non ha ancora firmato ma lo farà a breve. Con la riforma saranno valorizzate le competenze dei singoli studenti così da poterli fare avanzare di livello. L'obiettivo è che tutti possano completare la propria formazione.

Qui le iscrizioni aperte al Dell'Acqua. Qui le iscrizioni aperte al Bernocchi.

L'esigenza primaria per il Cpia resta comunque la sede, al momento limitata ad un'aula nello stabile adiacente alle suole medie Tosi. Nel 2014 lo Ial aveva concesso una classe per le lezioni degli adulti, ma con le novità introdotte dal Governo servirebbe un vero e proprio istituto. Il sindaco di Legnano, Alberto Centinaio ha individuato lo stabile di via Cantù, una palazzina dove si potrebbero sicuramente riunire e  organizzare meglio i servizi e le lezioni. Della questione si sta occupando anche la consigliera metropolitana, Patrizia Quartieri. 

 

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 27 Luglio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore