Quantcast

La storica “Biloria” rinasce… all’orientale

La zona della stazione si vivacizza con una ristorazione orientale e, insieme, con un ritorno alla "Vecchia Legnano"...

In un ampio progetto di riqualificazione dell'intera area attorno alla stazione ferroviaria di Legnano (qui un nostro precedente servizio), trova spazio una iniziativa privata commerciale che contribuirà sicuramente a rendere più vivibile e attrattiva una zona quanto mai bisognosa di una ventata di modernità.

Il progetto è relativo a un intervento edilizio per il recupero di uno stabile all'inizio del sottopasso che unisce piazza Monumento a piazza del Popolo e destinato ad accogliere un locale di ristorazione "Light Sushi". Una iniziativa che riconduce sì a una cucina orientale, ma anche alla nostra storia locale con una rivisitazione della vecchia "Biloria". La costruzione terminerà per fine anno, mentre la ristorazione partirà a metà 2015. 

Il riferimento alla "Biloria" (a destra, una immagine dello storico passaggio pedonale sovrastante il tracciato ferroviario) non è casuale, perchè, come spiega il giovane architetto Nicola Ghilardi, "il complesso si caratterizza con una scala-terrazzo, attraverso il quale piazza Monumento, oggi con un aspetto consolidato, aveva soltanto in questo angolo un'ultima occasione per non limitarsi alla creazione di un fondale statico, ma un organismo in grado di inserirsi in modo significativo nel contesto del perimetro della piazza e che partecipi attivamente alla fruizione del paesaggio, costituendo di per sè uno strumento a disposizione dei cittadini per un nuovo punto di vista sulla città e sul suo simbolo, la statua del Guerriero".

Non solo quindi il recupero di una villetta, un tempo inserita nel "villaggio Franco Tosi", per una destinazione puramente commerciale, ma proprio un progetto che contribuisce a migliorare l'estetica del tessuto urbanistico.

"Attualmente – spiega ancora l'arch. Ghilardi – la Biloria non esiste più e si è persa la possibilità di osservare il panorama cittadino e in particolare piazza Monumento da un punto di vista privilegiato perchè sopraelevato. Questa mancanza ha proprio suggerito di riproporre una scala-terrazza per riprovare l'emozione della vista panoramica".

Con il recupero dello stabile (a sinistra, un originale video) , che ripropone altresì la sempre vivace iniziativa dell'imprenditorialità cinese ormai saldamente radicata sul territorio, l'arch. Ghilardi ha inteso altresì interagire in maniera armonica con le variegate architetture oggi esistenti. Così la nuova terrazza che si affaccia su Piazza del Monumento è l'inizio di un lungo "cannocchiale" che collega la stazione al centro della città: "E' proprio lungo questo percorso – racconta ancora l'architetto – che troviamo gli elementi architettonici filo conduttore che unisce le diverse costruzioni realizzate in epoche tra loro lontane. E alla partenza del corso Italia ecco appunto il caseggiato (oggi sede della filiale legnanese della Banca BCC, n.d.r.), che rappresenta il polo diametralmente opposto al nostro fabbricato e che, con la sua grande terrazza, lo associa al nostro stabile come in una specie di passaggio del testimone".

marco tajé

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 25 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore