Quantcast

Alexandre Citati e le sue proposte per una “Castellanza in Movimento”

Alex Citati, candidato sindaco della coalizione che comprende la lista civica "Castellanza Circolare" e il "Movimento 5 Stelle" punta ad avere almeno un consigliere comunale: «Siamo l'unica vera alternativa di centrosinistra al centrodestra».

Alexandre Citati

«Castellanza ha bisogno di un nostro rappresentante in consiglio comunale». Alex Citati, candidato sindaco della lista Castellanza in Movimento, coalizione che comprende la lista civica “Castellanza Circolare” e il “Movimento 5 Stelle” è realista. «L’obiettivo – spiega Citati – è quello di raccogliere 400 voti per avere almeno un consigliere comunale in minoranza della nostra coalizione che è l’unica vera alternativa di centrosinistra al centrodestra».

Tra la lista civica del sindaco uscente Mirella Cerini e il centrodestra unito di Angelo Soragni, “Castellanza in Movimento” si pone quindi come una terza forza politica di centrosinistra pur non avendo nessun simbolo di partito tranne quello dei cinque stelle. «C’era un vuoto in questa area politica che doveva essere colmato e rappresentato», ribadisce Citati che insieme alla sua squadra ha steso un programma basato sulla tutela del verde e sul sociale.

Temi che imprenditore edile 30enne, residente a Legnano ma castellanzese di famiglia e frequentazione, ha già portato avanti come presidente  dell’associazione SoS Umanità. Tra questi c’è la Casa delle Comunità, che tutti i candidati immaginano (seppur in modalità diversa) all’interno degli ex Camilliani: «Come S.O.S. Umanità ho già protocollato un progetto in Comune su questo tema – spiega Citati – La nostra idea è quella di un progetto innovativo di convivenza tra  la comunità per minori, presente nell’ex Casa dei Camilliani, e la comunità per anziani, portando la Rsa Moroni nello stabile che dovrà essere  riqualificato sfruttando anche fondi regionali».

La coalizione di Alex Citati punta molto anche sulla mobilità sostenibile con la proposta di un servizio navetta su rotaia per collegare la vecchia e la nuova stazione, oltre al potenziamento della mobilità dolce ed elettrica: «Il debito con Fnm relativo all’interramento della stazione  – afferma il candidato – deve essere assolutamente pagato e bene ha fatto l’amministrazione uscente a siglare l’accordo con la società di trasporti. Questa è la condizione per potere iniziare a ragionare sul recupero del sedime ferroviario dove fare passare anche una ciclabile verso il fondo valle. Su questo tema noi sosteniamo il collegamento della ciclabile dalla Valle Olona con Marnate e il parco del Rugareto che va valorizzato come il Parco Alto Milanese». Tra le proposte per risolvere i problemi legati alle aree dismesse e all’inquinamento, il candidato di Castellanza in Movimento propone inoltre l’utilizzo della canapa, nota per le sue qualità di fitodepurazione, per bonificare gli ex siti industriali.

Altro tema importante è quello del lavoro. Per rivitalizzare il commercio, Citati lancia la proposta del mercato itinerante in aree come via Roma e piazza San Bernardo, ampliandolo su due giorni: «Bisogna anche coinvolgere i commercianti per rivitalizzare le piazze esistenti, come piazza Castegnate, mentre pensiamo all’attuale piazza Mercato come a una vera e propria piazza dove proporre eventi». Nel programma della coalizione c’è anche «un centro per l’impiego comunale che aiuti in modo efficace a trovare lavoro».  Tra le idee anche forme di sussidio partecipato.

Sulle scuole Citati propone l’apertura in orari extra scolastici per progetti educativi, valorizzando il personale educativo, mentre per gli adolescenti ritiene indispensabile un centro di aggregazione giovanile che potrebbe avere sede alla Corte del Ciliegio. Lo sport infine deve essere «per tutti» e quindi «gratuito, puntando sulle discipline minori che hanno pari dignità del calcio».

 

 

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 29 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore