Quantcast

A Busto Arsizio approvata la delibera per salvare l’inceneritore di Borsano

Anche la Lega, unica forza di maggioranza da sempre contraria all'inceneritore, ha votato a favore. Pd e 5 Stelle contrari, astenuta Busto al Centro

accam

Il consiglio comunale di Busto Arsizio ha approvato con una maggioranza sostanzialmente compatta la delibera che dà l’ok al piano della nuova società composta da Amga, Agesp e Cap per salvare l’inceneritore di Borsano e integrarlo con il sistema di raccolta di rifiuti dei soci. Niente data di spegnimento dell’inceneritore, ritorno in house dell’impianto, avvio di pezzi di economia circolare e gestione pubblica dell’intero ciclo dei rifiuti; questi i punti cardine della proposta avanzata dalla cosiddetta newco.

Non sono bastate le promesse di economia circolare inserite nel progetto per convincere un’opposizione che si è sempre mostrata riluttante mentre la Lega, unica forza di maggioranza da sempre contraria all’inceneritore, ha votato a favore: «Il piano ci ha convinti, il nostro voto è favorevole» – ha dichiarato il capogruppo Ivo Azzimonti. Assente, giustificata, la consigliera Paola Reguzzoni così come Buttiglieri di Fratelli d’Italia e Cornacchia del gruppo Misto.

Dall’opposizione sono piovute critiche soprattutto dai 5 Stelle che si sono visti rigettare tutti gli emendamenti mentre il Pd e l’indipendente Salvatore Vita hanno insistito sulla mancanza di garanzie per la salute dei cittadini. Particolarmente duro, come sempre, il sindaco Antonelli nei confronti dei pentastellati che ha usato parole forti nei loro confronti, accusandoli di non aver studiato il dossier: «L’economia circolare ha bisogno ancora degli inceneritori, lo dice anche il vostro ministro della Transizione ecologica Cingolani, le vostre posizioni sono solo strumentali. Chiedete alla Raggi dove mette i rifiuti di Roma».

I consiglieri del Pd hanno votato contro mentre Salvatore Vita e il presidente del Consiglio Comunale Valerio Mariani (anche lui Pd) non hanno partecipato al voto. Astensione dal gruppo di Busto al Centro che ha sostanzialmente approvato il lavoro svolto ma non ha mancato di sottolineare la mancanza di coinvolgimento.

di redazione_varesenews@varesenews.it
Pubblicato il 23 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore