Quantcast

La Fit Cisl: “Focolaio covid al corso di aggiornamento degli autisti di bus, 10 positivi”

Secondo un rappresentante sindacale il corso non sarebbe stato organizzato rispettando la normativa anti-contagio. Sui 18 autisti presenti, 10 sono risultati positivi. La replica di Movibus: "Il corso rispettava le normative"

Movibus

Dieci contagiati e altri 8 autisti in isolamento fiduciario. È questo il risultato di un corso di aggiornamento per autisti (cqc) organizzato da un’autoscuola di Busto Arsizio e da Movibus, azienda di trasporto che opera nell’area a nord-ovest di Milano.

A raccontare quanto avvenuto e a puntare il dito contro un’organizzazione a dir poco carente dal punto di vista della normativa anti-covid è il rappresentante sindacale della Fit Cisl Davide De Simone: «Dei 18 partecipanti si sono contagiati in 10 e gli altri 8 ora sono in isolamento fiduciario – racconta De Simone – ma questo ha creato una serie di problemi sui turni degli autisti assenti che vengono coperti dai colleghi».

De Simone sostiene che «il corso non è stato organizzato nella maniera più corretta per quanto riguarda la distanza di sicurezza e i risultati si sono visti nel giro di qualche giorno perchè da un positivo siamo passati a 10 già da lunedì scorso» e per questo ha scritto anche una lettera alla società chiedendo spiegazioni.  La vicenda ha avuto importanti ripercussioni sull’organizzazione dei turni degli autisti Movibus dei depositi di Busto Garolfo e Magenta e in Stie. Al corso, inoltre, erano presenti anche autisti di altre società.

La replica di Movibus

Nel corso della scorsa settimana, si sono manifestati casi di dipendenti di Movibus che sono stati soggetti a quarantena preventiva per effetto di familiari contagiati da Covid-19 o per effetto di essere entrati in contatto con una persona risultata positiva. In questo secondo caso, coloro che hanno frequentato, fuori orario di lavoro, ad un corso presso una autoscuola esterna, sono stati considerati come contatti stretti del partecipante risultato positivo.

Il corso risulta essere stato svolto nei limiti di capienza dell’aula previsti dalla MTCT e con le modalità previste dalle norme di prevenzione attualmente in vigore. L’Azienda ha ritenuto utile, a salvaguardia della salute dei propri dipendenti e quella delle loro famiglie, garantire, a proprie spese, l’effettuazione in tempi rapidi del tampone presso i relativi domicili. Alcuni di loro sono risultati positivi pur essendo asintomatici ed uno solo presenta sintomi lievi. In aggiunta a quanto effettuato giornalmente e periodicamente come operazioni di igenizzazione e sanificazione, si è inoltre provveduto nell’immediatezza ad una sanificazione straordinaria di mezzi e locali aziendali.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore