Quantcast

Bocciodromo di Pregnana, il sindaco Bosani deciso a procedere con la ristrutturazione

In una nota, il primo cittadino lamenta la mancata collaborazione da parte dell'Associazione locale nel trovare soluzioni alternative a tempo debito

Bocce varie

«Sottolineo ancora una volta la trasparenza e la linearità dell’intero processo decisionale svolto dal Comune, nonché la bontà di una scelta condivisa da tempo con la Consulta delle Associazioni nell’interesse della nostra comunità». Così un passaggio nella nota trasmessa dal sindaco di Pregnana, Angelo Bosani, in merito all’ordinanza di sgombero per la ristrutturazione del bocciodromo al centro sportivo. Di seguito il testo completo

Il Comune di Pregnana nel 2021 ha approvato un progetto di ristrutturazione del bocciodromo del centro sportivo, ha ottenuto il mutuo per realizzarlo e ora si appresta a realizzarlo.

La fase di definizione partecipata del progetto, iniziata oltre due anni prima, ha visto coinvolte le associazioni del territorio, compresa la bocciofila che in precedenza era concessionaria della struttura. Nel caso di questa associazione sportiva sono stati coinvolti anche i rappresentanti provinciali e regionali dell’associazione coi quali si era anche discusso di eventuali soluzioni alternative per poter proseguire l’attività della bocciofila.

La concessione della struttura è scaduta da oltre un anno e non è stata rinnovata proprio per poter procedere alla realizzazione dei lavori nel 2022.

L’associazione, che avrebbe dovuto liberare la struttura già in precedenza, ha chiesto una ulteriore “proroga” dei tempi di riconsegna e questa è stata concessa dal Comune a Giugno 2021, per un periodo di sei mesi, attraverso uno specifico protocollo di intesa sottoscritto dalle parti, fino al 31.12.2021.

L’associazione, decorsi i termini concordati della proroga, non ha provveduto ne’ a liberare la struttura, ne’h a restituire le chiavi.

L’ordinanza in questione è quindi un atto dovuto e formale perché il Comune possa riprendere possesso della struttura e avviare l’appalto dei lavori: il Comune ha le chiavi e ha sempre avuto libero accesso alla struttura, ma questo passaggio va svolto in maniera formale, dato che l’associazione non si è presentata nel giorno concordato per la restituzione.

Sottolineo ancora una volta la trasparenza e la linearità dell’intero processo decisionale svolto dal Comune, nonché la bontà di una scelta condivisa da tempo con la Consulta delle Associazioni nell’interesse della nostra comunità.

Spiace che da parte della dirigenza locale dell’associazione – sottolineo della sola dirigenza locale, dato che al contrario i soci locali e i rappresentanti provinciali e regionali sono sempre stati comprensivi e disponibili al dialogo – non ci sia stata altrettanta correttezza e trasparenza, né alcuna volontà concreta di trovare soluzioni alternative a tempo debito.

Angelo Bosani
sindaco di Pregnana Milanese

Da bocciodromo a palestra, il sindaco di Pregnana spiega la ristrutturazione della bocciofila

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 14 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore