Ambrosia, al via a Bollate il piano di sfalcio

L'amministrazione invita tutti i proprietari di aree verdi incolte o coltivate a vigilare sull'eventuale presenza di ambrosia

ambrosia

Agosto-settembre sono i mesi di massima diffusione dell’ambrosia, pianta infestante e molto allergizzante presente anche a Bollate che richiede, da parte di tutti, l’adozione di misure utili a limitare, per quanto possibile, la diffusione in tutta la regione. Come ogni anno l’Amministrazione comunale ha messo in atto le azioni per invitare tutti i proprietari di aree verdi incolte o coltivate a vigilare sull’eventuale presenza di ambrosia e attivare le misure di prevenzione e di contenimento della diffusione di questa pianta infestante.

Tra luglio e agosto sono previste le date obbligatorie per gli sfalci di pulizia. In città: un taglio verso la fine di luglio e un secondo verso la fine di agosto, con attenzione alla completa eliminazione delle piante con infiorescenze. Su superfici limitate, potrà essere utilizzata la pacciamatura, che presenta buoni risultati (anche il 100% di efficacia) oppure l’estirpazione,

In ambito agricolo; un taglio entro la prima metà di agosto e un secondo intervento all’inizio di settembre nel caso di una fioritura successiva. In alternativa potrà essere effettuato il diserbo, utilizzando diserbanti a basso impatto ambientale, la trinciatura, l’aratura e l’erpicatura

Oltre agli interventi restano sempre valide le raccomandazioni generali: pulizia periodica da ogni tipo di erba presente nei propri spazi aperti (cortili, parcheggi, marciapiedi interni, etc.); cura dei propri terreni con eventuale semina di colture intensive semplici, come prato inglese trifoglio, antagoniste dell’ambrosia. Tagli che assicurino la completa eliminazione delle piante con abbozzi di infiorescenza. In alternativa, potrà essere utilizzata la pacciamatura, che presenta buoni risultati (anche il 100% di efficacia) su superfici limitate, oppure l’estirpamento consigliato in aree con poche piante di ambrosia.

di
Pubblicato il 29 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore