Quantcast

Giornata mondiale delle api, la Regione promuove l’apicultura

La Regione ha riconosciuto per legge l'apicoltura come attività essenziale per l'ambiente ed è intenzionata a promuovere quest'attività

Le api del Castello

Un accordo per la promozione dell’apicoltura nelle aree protette della Lombardia, coinvolgendo gli enti e le associazioni di categoria. È quanto annunciato dall’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia in occasione della Giornata mondiale delle api. Un documento messo a disposizione delle realtà territoriali per creare le condizioni affinché le Associazioni apistiche lombarde e le singole aziende apistiche possano incrementare le aree di produzione e specializzazione qualitativa all’interno delle aree naturali della Lombardia.

«La Regione – ha dichiarato l’assessore – ha riconosciuto per legge l’apicoltura come attività essenziale per l’ambiente. Vogliamo coinvolgere tutte le realtà possibili per incrementare l’utilizzo delle aree adibite a pascolo per api attraverso la definizione e sviluppo di un regolamento dell’area protetta. I parchi regionali e le riserve hanno a disposizione aree agricole e forestali che possono essere valorizzate anche includendo un’azione per favorire il nomadismo e la selezione mirata delle api».

Le api sono responsabili di circa il 70% dell’impollinazione di tutte le specie vegetali viventi sul pianeta tra cui le specie di interesse agricolo coltivate dall’uomo. Gli accordi prevedono da parte dell’Ente gestore di aree protette l’impegno di mettere a disposizione specifiche aree di proprietà pubblica opportunamente individuate, con opportune vie d’accesso, e personale dedicato. L’impegno da parte delle associazioni è quello di fornire gli alveari e gestirli con i propri tecnici, anche con l’elaborazione di attività innovative e gestione delle stesse sul campo, promuovendo tra gli associati l’utilizzo delle aree protette a fini produttivi.

«Promuovere l’apicoltura – ha rimarcato l’assessore – significa tutelare ambiente e biodiversità e la Lombardia vuole essere in prima linea. Gli accordi che promuoviamo prevedono anche campagne di informazione finalizzate a prevenire avvelenamenti e spopolamenti e a promuovere il consumo di miele locale».

Ricordiamo che al parco Castello di Legnano migliaia di api hanno trovato casa con l’iniziativa promossa  dell’associazione “Green in Town”, nata proprio per sviluppare progetti di apicoltura urbana, rifosterazione e tutela ambientale.

Posizionate all’Isola del Castello le otto arnie colorate per produrre il miele di Legnano

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 20 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore