Quantcast

Accordo in extremis, revocato lo sciopero del 13 dicembre della raccolta rifiuti

I sindacati e le associazioni di categoria hanno raggiunto in extremis un accordo per il rinnovo del contratto. I lavoratori avevano incrociato le braccia già a novembre

sciopero

Revocato lo sciopero dei lavoratori del comparto di igiene urbana previsto per lunedì 13 dicembre. Lo comunicano oggi 10 dicembre, i sindacalisti della Fp Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e il sindacato autonomo di settore Fiadel. Sindacati e associazioni datoriali del settore dei servizi ambientali hanno raggiunto un accordo in extremis, per arrivare al rinnovo contrattuale, ragione principale dello sciopero (il contratto era scaduto da 26 mesi). I lavoratori del settore avevano scioperato già a novembre.

Questa mattina le Associazioni datoriali Utilitalia, Fise/AssoAmbiente, Cisambiente e le Centrali Cooperative hanno firmato un verbale di accordo che regola il rinnovo contrattuale in tre distinte fasi  «Nella prima fase conclusa in data odierna si chiude il periodo contrattuale luglio 2019 dicembre 2021 che sancisce un recupero salariale di 500 euro ‘una tantum’ parametrati sul livello 4B, da corrispondersi nei mesi di gennaio e aprile 2022 – – affermano i sindacati -. Inoltre vengono regolati alcuni aspetti normativi importanti, come ad esempio tutte le norme su salute e sicurezza sul lavoro e sulla formazione».

La seconda fase, si dovrà concludere entro il 15 febbraio 2022 e, come precisano le parti sindacali «si dovranno regolamentare altri aspetti normativi e lo sviluppo del minimo contrattuale in incremento sui minimi tabellari per il periodo 2022- 2024. Nella terza fase, da concludersi entro ottobre 2022, si dovrà armonizzare la classificazione del personale, anche relativa ai lavoratori degli impianti, e la nuova disciplina sul passaggio di gestione. Conseguentemente, le Segreterie Nazionali sospendono momentaneamente la vertenza contrattuale e revocano lo sciopero previsto per lunedì 13 dicembre 2021».

«Una buona notizia, la revoca dello sciopero, per i cittadini, che domenica sera potranno tranquillamente esporre a bordo strada i rifiuti, con la certezza che verranno ritirati la mattina successiva – il commento di Aemme Linea Ambiente -. Sarà anche possibile accedere alle piattaforme rifiuti e ai centri di raccolta, che lunedì risulteranno, appunto, regolarmente aperti. Pende, invece, ancora un grosso punto interrogativo sulla giornata di giovedì 16, in cui dovrebbe essere indetto uno sciopero generale contro la Manovra 2022. Il condizionale è, tuttavia, d’obbligo, considerando il fatto che, al momento, la data risulta ancora incerta. Sarà, tuttavia, premura di AEMME Linea Ambiente aggiornare per tempo i cittadini, in merito a possibili disagi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore