Quantcast

Apre il bando Innovaturismo: contributi per progetti innovativi

Dalle Camere di Commercio lombarde un bando a sostegno della filiera turistica. Favorire i partenariati di imprese con altri soggetti: musei, associazioni, guide e consorzi turistici

Turismo nel distretto dei  laghi - Foto di Marco Benedetto Cerini

Al via il bando InnovaTurismo, promosso dalle Camere di Commercio lombarde a supporto della competitività delle realtà operative lungo la filiera di uno dei settori che ha subito maggiormente le conseguenze dell’allerta sanitaria (foto di Marco Benedetto Cerini).

L’obiettivo è di favorire i partenariati di imprese con altri soggetti: musei, associazioni, guide e consorzi turistici. «Partenariati – spiega il presidente di Camera di Commercio Varese, Fabio Lunghi – volti a realizzare progetti di promozione e sviluppo turistico con modalità innovative. Si vogliono innalzare gli standard qualitativi dei prodotti offerti, rafforzando le filiere turistiche e le imprese che ne fanno parte».

Il bando mette a disposizione complessivamente 400mila euro, di cui 40mila per il territorio varesino.

Sono ammissibili al finanziamento interventi per:

· attrarre e fidelizzare i target turistici,
· sostenibilità ambientale e sicurezza per i turisti,
· coinvolgimento del turista nella customer journey prima e dopo il viaggio,
· comunicazione e marketing digitale,
· rafforzamento tecnologico e potenziamento della connettività del territorio,
· raccolta dati per monitorare il comportamento, anticipare le tendenze e adeguare la progettazione dei prodotti turistici e le strategie di marketing,
· studi di fattibilità, piani aziendali e analisi di mercato,
· formazione del capitale umano.

I progetti dovranno essere realizzati e completati entro il 29 aprile 2022.

CHI PUO’ PARTECIPARE

Possono partecipare al bando i partenariati composti da almeno tre micro piccole e medie imprese lombarde della filiera turistica (settori: turismo; commercio, compreso bar e ristoranti; artigianato; servizi; attività artistiche e culturali; istruzione; sport);
almeno un soggetto del territorio lombardo costituito in forma non imprenditoriale (ad esempio: musei, associazioni, guide turistiche, consorzi turistici, enti pubblici…).

CARATTERISTICHE DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto del 50% delle spese sostenute fino a un massimo di 50mila euro per partenariato.

L’investimento minimo per progetto da parte del partenariato è di 20mila euro, con un minimo di 2.500 euro per ogni impresa partecipante. Non è previsto alcun contributo per i soggetti non imprenditoriali.

COME PARTECIPARE

Le domande di contributo possono essere presentate dal capofila del partenariato, individuato tra le imprese, esclusivamente in via telematica al sito http://webtelemaco.infocamere.it. Questo a partire dalle 12 di lunedì 26 luglio e fino alla stessa ora di mercoledì 22 settembre.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito di Camera di Commercio Varese www.va.camcom.it, seguendo il percorso “Contributi ˃ Turismo e Cultura”.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 21 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore