Mascherine, discoteche e sanificazione: nuove regole dal 14 luglio

Le mascherine continueranno a essere una barriera in ambienti chiusi; all'aperto se non si può garantire la distanza di un metro - La Lombardia potrebbe seguire questa indicazione

Mascherine Palio di Legnano

Si va verso il rinnovo delle misure di contenimento contro col coronavirus. Le misure addottate per contrastare i contagi scadranno domani, 14 luglio: si attende , quindi, un nuovo Decreto del Presidente del Consiglio Conte che reiteri alcune indicazioni reputate essenziali.

Rimane la richiesta, da parte della autorità sanitarie, di mantenere il massimo rigore, nonostante i risultati raggiunti nel nostro paese siano abbastanza confortanti. Il timore di una ripresa della pandemia riguarda, soprattutto, gli ingressi dall’estero. Il virus nel mondo sta ancora circolando e ci sono varie regioni a rischio.

VIAGGI AEREI
Il Ministro della Salute Speranza ha firmato un’ordinanza che vieta l’ingresso per turisti e viaggiatori provenienti da 13 stati diversi, anche se sono stati fatti scali durante il viaggio (Armenia, Bahrein, Bangladesh, Kuwait, Oman, Bosnia Erzegovina, Macedonia del Nord e Moldova, Brasile, Cile, Panama, Perù e Repubblica Dominicana). Rimane l’obbligo di quarantena per gli italiani che rientrano da questi stati così come 14 giorni di isolamento per chi arriva dagli Stati Uniti.

MASCHERINE
Le mascherine continueranno a essere una barriera per contenere la diffusione dei virus in ambienti chiusi.

Al chiuso –“Sono sacrifici minori, ma sono i più importanti”, ha sottolineato il ministro Roberto Speranza. L’appello è quello di attenersi rigidamente alle regole in luoghi “sensibili” come musei, negozi, centri commerciali, palestre, ristoranti, parrucchieri, cinema e uffici pubblici. Oltre che su treni, autobus e metropolitane.

Negozi e locali – Per quanto riguarda locali ed esercizi commerciali, addetti alle vendite e ristoratori non potranno mai togliere la mascherina. Stessa regola per il personale degli uffici pubblici e per quello sanitario.

All’aperto – Quando ci si trova all’aperto, la mascherina è obbligatoria solo nel caso in cui non si può garantire la distanza interpersonale di un metro. Resta l’obbligo a prescindere in Lombardia, che comunque potrebbe cambiare rotta già dal 14 luglio.

DISCOTECHE
Sembra probabile che verrà prorogato lo stop a discoteche e sale da ballo al chiuso, almeno fine fine mese. Il Ministro Speranza lascia libere le regioni di decidere diversamente ma assumendosene le responsabilità

ASSEMBRAMENTI
Saranno mantenute le regole del distanziamento e del divieto di assembramento. La trasgressione verrà multata. Nel mirino i luoghi della movida, i ristoranti e le spiagge

SAGRE E FIERE
Il dibattito è in corso: il Ministro Speranza spinge per reiterare i divieti o, quantomeno, prevedere riaperture con misure molto stringenti.

 

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 13 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore