Quantcast

Legnanesi aprite i vostri archivi, nasce History Lab del Palio di Legnano

History Lab è un impegno voluto fortemente dalla Fondazione Palio perchè "permetterà a tutti di approfondire, studiare e proporre tesi ed angolature differenti da quelle usuali". Un lavoro immane curato da Solidarietà e Servizi, con la collaborazione di un team di contradaioli

Nasce l'archivio digitale del Palio di Legnano

L’archivio del Palio di Legnano in digitale. Un progetto enorme, pensato e ripensato per anni, che oggi sta trovando, finalmente, un risultato di assoluto spessore storico e documentale sia per la manifestazione stessa che per la città. Oggi, nella sede locale di Banco BPM, la presentazione di History Lab, un impegno voluto fortemente dalla Fondazione Palio, come ha spiegato il vice presidente Luca Roveda: «allo scopo di digitalizzare tutto il materiale per giungere ad una messa online organica che permetterà a tutti di approfondire, studiare e proporre tesi ed angolature differenti da quelle usuali. Tutto ciò con la tutela che la digitalizzazione offre. La nascita di History Lab, innestato in un’istituzione solida ed autorevole come la Fondazione, permetterà di rendere sempre più visibile l’operato dei nostri volontari e contribuirà a creare quel clima di cooperazione e fiducia indispensabile perché tutti sentano il dovere, oltre che piacere, di mettere a disposizione i propri cimeli per concorrere a scrivere la storia di tutti noi».

Galleria fotografica

Nasce l'archivio digitale del Palio di Legnano 4 di 7

Un invito nemmeno tanto celato a quanti posseggono archivi palieschi ad aprire i loro cassetti, casseforti, armadi, anche perchè, esperienza accumulata in anni di ricerche, sono lì, piuttosto che nelle sedi istituzionali, i materiali più inediti e interessanti.

«Il portale di accesso – ha invece spiegato Massimiliano Roveda, consigliere della Fondazione – è una piattaforma da cui sarà possibile gestire con facilità e velocità sia l’inserimento che la fruizione dei contenuti. L’archivio sarà di proprietà della città, il lavoro è assicurato dalla professionalità della cooperativa sociale Solidarietà e Servizi, il progetto rispondente agli standard nazionali previsti dal Ministero dei Beni Culturali. La prima release, con le iniziali stories. è prevista in primavera con l’inizio degli eventi più aggregativi del Palio 2024».

Con Fabrizio Conti, sviluppatore del software, il progetto di catologazione ha coinvolto diverse persone e ha portato alla composizione di un team che vede coinvolti i contradaioli Sabrina Marra, Maurizio Cellot, Giorgio Ferrè e Carlo Meroni. 

Nella presentazione, commenti di apprezzamento sia dall’assessore Guido Bragato, che da Dante Barone direttore dell’Area Milano Provincia Ovest di Banco BPM, mentre il responsabile commerciale di Solidarietà e Servizi, Gabriele Scampini, ha ricordato i valori della cooperativa sociale, che offre lavoro “vero” a una sessantina di dipendenti disabili e fragili, e l’elevato livello dei processi lavorativi.

Luca Vezzaro, responsabile comunicazione della Fondazione Palio, ha anticipato infine alcune eventi in programma. Tra questi, l’appuntamento in collaborazione con Confcommercio Legnano, con il sostegno della Scuola di Musica Nicolò Paganini e l’adesione della Famiglia Legnanese con i Lions e Rotary Club del territorio. Si tratta di un concerto benefico a sostegno del restauro conservativo della Chiesa di S. Ambrogio. L’evento si terrà domenica 17 dicembre 2023, alle 21.15, in piazza San Magno Legnano, nel contesto della  Basilica Romana Minore.

Marco Tajè
direttore@legnanonews.com
Noi di LegnanoNews abbiamo a cuore l'informazione del nostro territorio e cerchiamo di essere sempre in prima linea per informarvi in modo puntuale.
Pubblicato il 04 Dicembre 2023
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Nasce l'archivio digitale del Palio di Legnano 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore