Quantcast

“Qualcosa che non ti aspetti”, il libro della parabiaghese Solombrino è un invito a lottare per la felicità

Il libro della parabiaghese Antonella Solombrino uscirà il 31 ottobre nelle librerie con Rossini Editore. Una storia di amore, un invito a lottare per raggiungere la felicità

Antonella Solombrino scrittrice Parabiago

“Aprii la porta e me lo trovai davanti. Era tornato”. Inizia così il nuovo libro della parabiaghese Antonella Solombrino in uscita il 31 ottobre nelle librerie con Rossini Editore. Una frase chiave, al centro di un concorso per scrittori, che ha dato il là al romanzo “Qualcosa che non ti aspetti”, scritto di getto durante il lockdown: «Mi è bastato questo spunto per iniziare a scrivere e non fermarmi più  – racconta Solombrino che nella vita di tutti i giorni lavora come impiegata -. Da un racconto ho scritto un libro intero, le parole continuavano a uscirmi così come i personaggi che ho immaginato in maniera sempre più forte, aiutata forse da un corso di scrittore creativa al quale mi ero iscritta».

Emma e Marco sono due opposti che si incontrano. O meglio che si rincontrano: «Emma si trova davanti alla porta di casa l’ex fidanzato, l’amore più grande della sua vita, e viene messa nuovamente nella condizione di lasciare tutto e inseguire la felicità. Un passo che richiede coraggio – spiega l’autrice – perchè se non sai dove la vita ti porterà. E’ una sensazione ricorrente quella di sentirsi frenati a seguire i propri sogni, i propri desideri e non perché ci sia un reale impedimento ma spesso siamo vittime delle nostre paure, delle nostre insicurezze. Questa storia è un invito a lottare per raggiungere la felicità, accettando qualche rischio e dandosi la possibilità di sbagliare. Da un errore si può crescere, migliorare. Come si legge in un passo del libro: “Non sarebbe stato facile ricominciare da zero ma valeva la pena tentare. Se le dai modo la vita sa come sorprenderti.”».

Antonella Solombrino ha già pubblicato nel 2018 il libro illustrato per bambini “Volevo un fratellino”: «Da allora la mia passione per la scrittura è cresciuta – racconta – e si è consolidata. Durante la pandemia ho avuto tanto tempo libero per scrivere ed è in questo periodo che ha preso forma il mio primo libro. Incoraggiata da alcuni colleghi ho partecipato a una campagna di crowdfunding che mi ha permesso di partire con un prima pubblicazione. Il romanzo è stato poi notato dalla casa editrice Rossini che ha accettato di pubblicarlo: da fine ottobre sarà in vendita in libreria. Questo per me è già meraviglioso. Con il passare del tempo inizio a pensare che quella per la scrittura non sia solo un passatempo ma qualcosa che sento dentro».

Trama:

Ci sono momenti in cui credi di avere tutto sotto controllo ma è solo un illusione, basta un attimo, un singolo evento per far crollare ogni tua certezza. Emma aveva una vita piena ma non riusciva a essere del tutto felice. Un incontro inaspettato la porterà a mettere in discussione tutte le sue scelte. Era veramente pronta a lasciare la tua vecchia vita e tutte le tue certezze per trasferirti su un’isola e ricongiungerti con il suo ex che non vedeva da quattro anni?

Sui  profilo Instagram e sulla pagina Facebook dedicata al romanzo, ci sono anche curiosità e anticipazioni riguardo la storia e i personaggi.
https://www.facebook.com/antonellasolombrino78
https://www.instagram.com/solombrinoantonella/

Il libro è già acquistabile su Amazon.

“Volevo un fratellino”, online il racconto di Antonella, mamma parabiaghese

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 08 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore