Quantcast

Il “medico della mutua” va in pensione e saluta i pazienti: «Per voi sarò sempre disponibile, se lo vorrete, per un consiglio»

Il fenomeno di tanti medici collocati in pensione sta impoverendo il territorio non solo da un punto di vista sanitario, ma anche umano e sociale

Medico - Generica

Il medico della… mutua va in pensione e saluta i suoi pazienti con una lettera che esprime sentimenti così carichi di umanità, che hanno indotto uno di questi a segnalare alla nostra redazione  il messaggio perchè, ci spiega, «il dottor Giovanni Grassi per più di quarant’anni è stato il “mio medico della mutua”. Mi ha curato e sostenuto, è stato proprio un bravo dottore». Il fenomeno di tanti medici collocati in pensione sta davvero impoverendo il territorio non solo da un punto di vista sanitario, ma anche umano. Un “addio” carico di perplessità sul quale diventa necessaria una profonda riflessione di carattere sociale.

Cari assistiti, dopo 40 anni di attività come vostro medico curante, il 30 aprile 2022 sarà il mio ultimo giorno di lavoro perché andrò in pensione.
Nell’arco di questi 40 anni ho avuto modo di conoscere, incontrare e curare molti di voi.
Ho visto figli che poi sono diventati genitori, genitori che sono diventati nonni. Ho avuto la grazia di vedere più generazioni crescere.
Nel mio lavoro ho sempre cercato in coscienza, non immune da difetti o incomprensioni, di mantenere quel rapporto di “medico di famiglia” che mi ha permesso di entrare in relazione con voi condividendo le fatiche, i dolori, i timori, i
lutti dei vostri cari, ma anche la gioia e le gratificazioni, grazie alla fiducia che mi avete dato.
In questi ultimi due anni la pandemia, a causa del Covid, ci ha messo tutti alla prova.
L’isolamento forzato ha costretto a situazioni di solitudine sia nell’affronto della malattia sia nello stare vicini ai propri cari in momenti di difficoltà. Ho potuto vedere però, in molte circostanze, l’umanità e dignità con la quale siete stati accanto ai vostri affetti e questo rimarrà per me segno indelebile dell’esperienza professionale e umana vissuta e ve ne sono grato.
Vi ringrazio per avermi scelto, mi avete accompagnato nella mia crescita come uomo, medico, marito, padre e da poco anche nonno.
Per voi sarò sempre disponibile, se lo vorrete, per un consiglio. Auguro a tutti voi ogni bene.
In fede
Dr. Giovanni Grassi – Medico Chirurgo

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 25 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore