Quantcast

Cittadini soddisfatti di raccolta rifiuti e discariche: lo dice un’indagine di Aemme Linea Ambiente

Coinvolti nell'indagine 18 Comuni sparsi nei territori di Legnano, Magenta e Gallarate. Risultati poco esaltanti per quanto riguarda spazzamento delle aree verdi e svuotamento cestini stradali

Aemme Linea Ambiente Ala

Un mese di lavoro che ha impegnato 15 rilevatori e coinvolto 2361 cittadini residenti, oltre a 452 attività commerciali: sono i numeri dell’indagine di customer satisfaction commissionata da Aemme Linea Ambiente (ALA) con lo scopo di far valutare agli utenti la qualità dei servizi che eroga sul territorio dei 18 Comuni in cui opera tra Legnano (1351 interviste), Magenta (712 interviste) e Gallarate (750 interviste).

L’indagine viene ripetuta ogni anno e il periodo preso in considerazione questa volta è, ovviamente, il 2021, anno ancora pesantemente segnato dalla pandemia e da tutte le ripercussioni e le limitazioni che la stessa ha avuto, anche sull’attività delle aziende. I cittadini erano invitati ad esprimere una valutazione da 1 a 10, con ALA che ha ottenuto un punteggio complessivo di 7,6 (contro i 7,4 dell’anno precedente).

In particolare, ad ottenere i punteggi più alti sono stati la raccolta rifiuti (8,6), l’organizzazione della raccolta rifiuti (8,4) e le piattaforme ecologiche (8,2). Il focus sulle piattaforme ecologiche incluso nel questionario sottoposto ai cittadini ha ottenuto giudizi particolarmente brillanti: cortesia del personale, organizzazione complessiva delle strutture, adeguatezza degli spazi, segnaletica per individuare i vari container, ordine e pulizia degli spazi, comodità degli orari di apertura sono tutte voci che hanno guadagnato punteggi superiori all’8, con l’85% degli intervistati che ha dichiarato di conoscere bene la piattaforma presente sul territorio del proprio Comune e il 62% di averla utilizzata nell’anno di riferimento (ossia il 2021).

Rimangono sulla sufficienza abbondante lo spazzamento delle aree verdi (6,8) e lo svuotamento dei cestini stradali (6,6). Quella dei cestini stradali – insufficienti a livello numerico (6,1 il punteggio riscosso dalla voce “numerosità dei cestini stradali”), poco capienti (6,6), anche se troppo spesso utilizzati in modo improprio (6,6), a discapito del decoro urbano- è una problematica in merito alla quale ALA è già intervenuta con un appello finalizzato ad un loro più rispettoso utilizzo. La società guadagna, invece, punteggi decisamente positivi su due aspetti che, nell’ambito di indagini analoghe, risultano in genere piuttosto critici: la rumorosità provocata dai mezzi adibiti alla raccolta rifiuti (8,1) ed i disagi che gli stessi provocano al traffico veicolare (8,7).

Soddisfatta la presidentessa del Gruppo AMGA (del quale fa parte ALA), Stefania Gorgoglione: «Questi risultati non solo riconoscono e premiano l’impegno dei nostri operatori, ma confermano anche la validità dell’organizzazione che sta alla base dei servizi che eroghiamo».

 

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 22 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore