Quantcast

“Operatore tecnico di scuderia HAG”: adesioni anche dalla Toscana per il corso dell’Associazione Progetto Veterinario

Tra i promotori il dr. Alessandro Centinaio, responsabile della Clinica veterinaria della Brughiera di Cardano al Campo, soddisfatto ma anche costretto a ricorrere al "numero chiuso", limitato a 25 partecipanti

DSC 3145

Ha ottenuto un imprevedibile successo di adesioni l’annuncio di un corso per operatori di scuderia HAG (Horse Ambulanse Groom), promosso nei giorni scorsi dall’Associazione Progetto Veterinario, guidata dal dr. Alessandro Centinaio, responsabile della Clinica veterinaria della Brughiera di Cardano al Campo.

«Sono state almeno una settantina le richieste di partecipazione, non solo dall’ambiente contradaiolo di Legnano, ma anche dalla Toscana e soprattutto da Fucecchio», spiega il dr. Centinaio, assolutamente soddisfatto ma anche costretto a ricorrere al “numero chiuso” per la prima fase del progetto che prevede sempre un aspetto gratuito per gli iscritti, ma solo perchè finanziato dall’Associazione Progetto Veterinario.

«Ogni anno – così sempre il dr. Centinaio – l’associazione destina contributi per l’assegnazione di borse di studio. Questa volta, la quota verrà destinata al corso che sarà limitato a 25 partecipanti. Una restrizione non solo per problemi economici, ma anche per i protocolli anti-contagio. Adesso, sarà il gruppo Canapo a gestire le adesioni, anticipando che potremmo avere più di una fase, anche le prossime, mi auguro, offerte dall’associazione».

Ricordiamo che l’iniziativa non riguarda solo l’ambiente Palio, ma interessa in maniera ampia operatori impiegati sulle Horse Ambulance, assicurando una professionalità con valenza in campo europeo.

Bloccati dalla pandemia, la ripresa dei corsi, avrà una parte teorica e una pratica. Dispense, testi e video comporranno il materiale didattico per lezioni di teoria che tratterranno argomenti di varia natura, veterinaria, mascalcia, igiene, morfologia ma anche la vita in maneggio e l’origine dell’equitazione. L’esame è previsto in forma scritta a crocette e in presenza. La pratica, in periodo di minor diffusione del virus, sarà volta a valutare la capacità di governare, condurre, sellare, accudire il cavallo.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 20 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore