Quantcast

Fondazione Ticino Olona, il consiglio torna a trovarsi in presenza: “A breve i progetti del Fondo Povertà”

ll Consiglio ha affrontato le questioni aperte al momento a partire dal tema del Fondo Povertà

Generica 2020

Un consiglio di amministrazione da ricordare quello di ieri sera (15 settembre) della Fondazione Ticino Olona. E’ stato il primo consiglio in presenza dopo oltre un anno di collegamenti on line. Ospitati nella sempre bella cornice di Villa Jucker, sede della Famiglia Legnanese, il Consiglio ha affrontato le questioni aperte al momento (che sono tante perché naturalmente la ripartenza ha messo in moto vecchie e nuove idee e ha dato slancio ed energie alla voglia di fare): anzitutto il tema del Fondo Povertà che sta completando l’iter della progettazione partecipata e che vedrà a breve la presentazione dei progetti selezionati per i diversi ambiti territoriali; la nuova sede nel palazzo dell’ex Tribunale in comodato d’uso con il Comune di Legnano che da sempre si è dimostrato attento ai bisogni e alle necessità della fondazione; la nuova mostra di quadri che vedrà la luce ai primi di dicembre.

«È stata anche l’occasione – sottolinea il presidente Salvatore Forte – per poter fare finalmente qualche foto di gruppo dei consiglieri, dei revisori dei conti e dello staff della fondazione. E per festeggiare questo rivedersi di persona al consiglio è seguita eccezionalmente una cena conviviale presso il ristorante che ha sede nella stessa villa Jucker. Cena arricchita anche dal breve passaggio del Sindaco di Legnano, Lorenzo Radice, che ha portato i saluti e ha voluto conoscere ogni consigliere e revisore. Naturalmente, come nella tradizione del nostro ente, ogni commensale ha pagato la propria consumazione».

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 16 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore