Quantcast

Officine Mak si è aggiudicata la ex Manifattura di Legnano

La società specializzata nella riqualificazione di aree dismesse si è aggiudicata l’asta per i 41mila metri quadri. La stessa società aveva già acquisito l'ex Crespi di Legnano e l'Officina Cerrese a Cerro Maggiore

manifattura legnano

Officine Mak, società specializzata nella rigenerazione urbana e riqualificazione di aree dismesse che ha acquisito sul territorio anche l’ex Crespi di Legnano e l’Officina Cerrese a Cerro Maggiore, è l’acquirente della vasta area della ex Manifattura di Legnano. La comunicazione oggi, mercoledì 28 luglio, a cura della stessa società, dopo il consiglio di comunale di martedì sera, in cui la notizia era stata ufficializzata dal sindaco Lorenzo Radice, senza indicarne però il nome.

“Tutta l’area di 41mila mq – leggiamo in un comunicato – sarà interamente riqualificata prima di essere restituita alla collettività. Le bonifiche di aree dismesse e il ripristino del decoro urbano sono le attività in cui Officine Mak è specializzata, con decine di operazioni in atto, tra cui sempre a Legnano la recente acquisizione della ex Manifattura di Crespi e altre in programma su tutto il territorio del nord Italia e l’hinterland milanese, sempre operando secondo i principi di innovazione e sostenibilità”.

“Rinforziamo la nostra presenza sul territorio a nord di Milano e in particolare a Legnano con una nuova importante acquisizione, un’area simbolo e prestigiosa, ma ormai desueta dal 2008, che siamo orgogliosi di rilevare per restituirla ai cittadini” – dichiara Daniele Consonni, Ceo di Officine Mak. “Dopo l’aggiudicazione dell’asta, anche su questo importante progetto apriremo presto un tavolo di dialogo con le amministrazioni locali per avanzare le nostre proposte edilizie e urbanistiche”.

La ex Manifattura, con la sua ciminiera in mattoni alta 78 metri, è diventata negli anni un simbolo legnanese e testimonia un glorioso passato industriale, in cui per oltre un secolo il complesso di via Lega ha dato vita alla produzione di filati e tessuti. L’opificio, con i tipici mattoni rossi inglesi, è stato costruito nel 1903 e progettato dallo studio Mather & Platt di Manchester. Per Legnano e i legnanesi si apre da oggi un nuovo capitolo urbano che vedrà la bonifica dell’area, fino a una nuova skyline e viabilità cittadina.

Vendute all’asta la ex Fonderia Cerrese e la ex Crespi di Legnano

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 28 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore