Quantcast

Legnano ha ricordato la tragedia delle foibe: “Uno sterminio troppo a lungo dimenticato”

Intervento dell'on. Paola Frassinetti: "Adesso è il momento di parlarne" - Fratelli d'Italia chiede un'area da dedicare alle vittime

Un’accusa precisa rivolta al passato, «il doppio sterminio degli italiani nelle foibe è stato causato dai partigiani comunisti di Tito, una tragedia e una pulizia etnica taciutea per tantissimi anni, complici il Partito comunista e la Democrazia cristiana», ma anche un monito dettato dall’attualità, «l’ANPI  lasci parlare delle foibe, perchè attorno a questa pagina di storia c’è stato troppo silenzio». E’ stata l’onorevole Paola Frassinetti a lanciarli oggi, domenica 14 febbraio, accanto alla fontana del cimitero monumentale di Legnano nella cerimonia organizzata dal Comitato 10 Febbraio, sostenuta tra gli altri dai circoli di Fratelli d’Italia di Legnano e di Canegrate e da Gioventù Nazionale Alto Milanese.

Galleria fotografica

Legnano ricorda la tragedia delle foibe 4 di 13

Sono stati un centinaio i partecipanti all’evento, compresi rappresentanti legnanesi del centrodestra e di liste civiche, come Francesco Terreni, Franco Colombo, Francesco e Carolina Toia, Daniela Laffusa, Gianluigi Grillo. Una manifestazione assolutamente pacifica, con le forze dell’ordine  a presidiare l’area anche per verificare comportamenti adeguati ai protocolli anticovid.

Nel contesto della questione, da ricordare la recente richiesta del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia di Legnano che ha depositato una mozione inserita nell’ordine del giorno nel prossimo consiglio comunale, fissato per domani, lunedì 15 febbraio, allo scopo di dedicare un’area alle vittime delle foibe. Nel documento viene indicato l’angolo tra via Guerciotti e viale Gorizia.

Giorno del Ricordo, Fratelli D’Italia Legnano chiede di dedicare un’area ai martiri delle Foibe

 

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 14 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Legnano ricorda la tragedia delle foibe 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore