Quantcast

Giornata dello studente: record di borse di studio in una edizione solo digitale

La Fondazione Famiglia Legnanese ha consegnato 149 borse di studio per un totale di  225.500 euro. Un record che acquista un valore aggiunto, se riferito appunto al momento che attraversiamo

cozzi

«Dobbiamo dire grazie alla Fondazione Famiglia Legnanese e agli organizzatori di questa edizione della Giornata dello Studente, perchè oggi la cosa più bella cui assistiamo è il fatto di aver saputo mantenere la storicità di una iniziativa a importante come la consegna della borse di studio con la modernità dell’allestimento dell’evento, lasciando comunque invariata l’emozione di premiare studenti meritevoli ai quali vanno i mie complimenti», così oggi, domenica 13 dicembre, il dott. Flavio Crespi responsabile Area Nord Ovest Milano di Banco BPM ha perfettamente sintetizzato l’edizione in periodo di covid della Giornata delle Studente, per la prima volta realizzata non in presenza bensì attraverso un collegamento, con i giovani e i donatori, su piattaforma digitale on-line e trasmessa in diretta streaming da tutti fruibile.

Galleria fotografica

Edizione 2020 della Giornata dello Studente 4 di 12

Uno sforzo organizzativo che la Fondazione Famiglia Legnanese, sulla spinta del presidente Pietro Cozzi e con l’avallo del direttivo, ha ritenuto importante fare per superare i problemi della pandemia e dare un segnale pieno di significato e speranza.

«Nonostante il periodo di crisi sanitaria – ha affermato il presidente Cozzi – siamo qui. Ed è il merito della squadra che abbiamo saputo allestire. Fondazione, donatori, mondo della scuola, tutti insieme abbiamo saputo condividere un progetto che oggi registra un nuovo record. Infatti, andremo a consegnare 149 borse di studio per un totale di  225.500 euro, di cui una da 5.000 euro donata dalla Metallurgica Legnanese Spa di Rescaldina in memoria di “Marisa Mereghetti” per un master in ricerca scientifica. Un record che acquista un valore aggiunto, se riferito appunto al momento che attraversiamo».

Oltre al presidente Cozzi e al dr. Crespi, sono intervenuti in presenza anche mons. Angelo Cairati, prevosto della città e Lorenzo Radice, sindaco di Legnano. In video invece – oltre al saluto del presidente della Fondazione BPM, avv. Umberto Ambrosoli, si sono succeduti i quattro interventi di altrettanti donatori storici: dott. Alberto Tirinnanzi – amministratore Giuseppe Tirinnanzi spa e Fondazione Tirinnanzi; dott. Gianni Lorenzo Berti – presidente Lions Club Legnano Castello e Robinie: dott. Alberto Lazzarini – Studio Lazzarini professionisti associati; ing. Giuseppe Colombo – amministratore Fonderia Quaglia & Colombo.

Tra i premiati, ricordiamo Andrea Como, studente del secondo anno di Scultura alla Accademia di Brera, che ha realizzato il simbolo della Giornata, dal titolo “Mezzopienomezzovuoto” e nato da un’indagine sul polimetilmetacrilato, materiale che, a seconda della lavorazione, può presentarsi in diverse configurazioni: «Il titolo – ha spiegato Andrea – rimanda all’immagine metaforica, spesso utilizzata nella lingua italiana, del bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto che presenta due visioni opposte di percezione della realtà. Vuoto e pieno, da sempre due concetti agli antipodi nella cultura occidentale, in questo lavoro coesistono in un unico oggetto, presentandosi attraverso la trasparenza e l’opacità: risultati dovuti ai diversi interventi compiuti sulle due parti del materiale. Il lavoro propone una riflessione sulle esperienze che viviamo e in particolare sul nostro modo di vedere le cose».  La borsa di studio è stata assegnata da Norberto Albertalli, presidente della Fondazione Gatta Trinchieri, per la prima volta presente alla Giornata dello studente.

Per rivedere la consegna delle borse di studio, cliccare qui

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 13 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Edizione 2020 della Giornata dello Studente 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore