Quantcast

Legnano, un video sui social per contrastare (ogni giorno) la violenza sulle donne

Così l’Amministrazione comunale di Legnano, che esposto uno striscione all'entrata di palazzo Malinverni, celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Legnano eventi

Un video sui social per mantenere alta l’attenzione sul tema della violenza sulle donne, una questione delicata e resa ancora più grave dalla diffusione del Covid-19: l’isolamento, imposto dalla necessità di contenere il virus, espone ulteriormente le donne alla violenza domestica. Così l’amministrazione comunale di Legnano, che ha esposto uno striscione all’entrata di Palazzo Malinverni, celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne in programma il 25 novembre.

Al 15 ottobre, secondo i dati registrati in O.R.A. (Osservatorio Regionale Antiviolenza), complessivamente le donne prese in carico dai Centri Antiviolenza delle reti territoriali sono state 6.527, di cui 1.913 hanno avviato il percorso nel 2020. Le chiamate effettuate al 1522 sono raddoppiate rispetto all’anno scorso (+118,8%), 2055 in totale, ossia il 13,4% delle chiamate a livello nazionale.

«Il video è stato realizzato da Giancarlo De Angeli – spiega l’assessore alla Comunità Inclusiva, Ilaria Maffei -. Doverosi ringraziamenti al centro Antiviolenza e alla UILDM che hanno contribuito al progetto. Come di consueto, Palazzo Malinverni espone anche uno stendardo a tema. Lo slogan “Basta violenza sulle donne” accompagna i volti di Patria, Maria e Antonia Mirabal, sorelle dominicane che si opposero alla dittatura di Rafael Trujillo e che furono uccise, per il loro impegno, il 25 novembre 1960. La strada per eliminare la violenza contro le donne è ancora lunga. Stiamo cercando di sconfiggere la violenza fisica. Ma c’è anche la violenza psicologica. Poi ci sono le “gabbie” culturali e le disparità di genere, a partire da quelle salariali. E le violenze che tipicamente colpiscono le donne con disabilità. Percorriamola, la strada per lasciarci alle spalle tutto questo. Non solo il 25 novembre. Ogni giorno, un passo alla volta».

Numerose le iniziative organizzate sul territorio a partire da Canegrate che “tinge” il municipio di rosso ed ha programmato una serie di eventi  che dureranno fino all’8 marzo 2021. Rho, invece, con il Centro “Hara” ha deciso di coinvolgere le farmacie e i commercianti per cercare di aiutare le vittime ad avvicinarsi ai servizi di aiuto.

Nel contempo a partire da questa sera, 24 novembre, a Palazzo Pirelli comparirà la scritta ‘Non sei da sola’ e Palazzo Lombardia sarà illuminato di blu. Dalla Regione ricordano che il 25 febbraio scorso è stato adottato il ‘Piano Quadriennale regionale per le politiche di parità e di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne 2020-2023′, ossia un pacchetto di azioni concrete e sperimentali senza precedenti, per contrastare un fenomeno ancora purtroppo in crescita. Tra le novità più rilevanti, la presa in carico degli orfani delle vittime di femminicidio e dei minori vittime di violenza assistita, oltre ad un programma di interventi per il sostegno abitativo, l’inserimento abitativo e l’accompagnamento alla fuoriuscita dalla violenza. In riferimento alla delicata contingenza epidemiologica sono state perciò destinati 200.000 euro per il riconoscimento delle spese sostenute dalle reti antiviolenza nel periodo di emergenza Covid-19 sia nell’ambito degli interventi di prevenzione, che di contrasto alla violenza.


CONTATTI – Il centro Antiviolenza di cui fa capo fila Cerro Maggiore opera in via XX Settembre, 30 – Martedì, giovedì e sabato dalle 10 alle 13 – Mercoledì e venerdì dalle 16 alle 19 e può essere contattato al 348/3212482. È utilizzabile anche il numero verde antiviolenza e stalking 1522, attivo 24 ore su 24.

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 24 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore