Quantcast

Covid a Legnano, Lega: «Non bastano numeri di telefono, serve assistenza capillare»

La Lega di Legnano chiede conto al sindaco delle strategie su cui punta l'amministrazione per fornire un'assistenza capillare al di là di numeri di telefono e tecnologia

Consiglio comunale Lorenzo Radice

Dopo il Movimento dei Cittadini, anche la Lega porta sul tavolo del consiglio comunale di Legnano la situazione sanitaria con un’interrogazione sull’emergenza Covid.

«Siamo nuovamente nel pieno dell’emergenza sanitaria a causa del diffondersi incontrollato del coronavirus – spiega la Lega -. Legnano è una città di oltre 60mila abitanti all’interno della quale vivono molte persone anziane o in stato di fragilità. L’istituto superiore di sanità afferma che la media dei decessi è costituita da persone anziane con più di tre patologie pregresse. Sul sito del comune si invitano le persone in difficoltà a contattare l’Ufficio Relazioni con il pubblico o a rivolgersi al numero verde 800.193555 fuori dall’orario di quest’ultimo o a mandare una mail a emergenza.coronavirus@legnano.org o a rivolgersi alla Croce Rossa o a FederFarma per la consegna dei farmaci. Molte persone anziane non dispongono di strumenti tecnologici per poter accedere al sito del comune e rimangono così ignare di queste possibilità».

E dal momento che «per affrontare un’emergenza sanitaria di questa portata è insufficiente il solo mettere a disposizione dei numeri di telefono», il Carroccio chiede conto di quali siano le strategie che il sindaco Lorenzo Radice e la sua giunta pensano «di mettere in atto per attuare un’assistenza domiciliare capillare al fine di raggiungere tutti gli utenti, nessuno escluso, in tempi utili».

Sempre in tema Covid, la Lega sottolinea anche gli effetti della pandemia sulle situazioni di «abbandono e di serio disagio sociale». Vista quindi la «florida rete di associazioni no profit» attive a Legnano, con una seconda interrogazione il Carroccio chiede all’amministrazione arancione di Radice se ci sia l’intenzione di «essere cabina di regia per avere una mappatura completa delle situazioni espressioni di disagio, difficoltà e abbandono, in collaborazione con le associazioni presenti sul territorio» e «quali proposte concrete abbia intenzione di mettere in atto per contrastarle».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 12 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore