Quantcast

Lo sport legnanese a disposizione di Lorenzo Radice per salvarsi da una situazione disastrosa

Carlo Bandera per l'Associazione società sportive legnanesi e Marco Tajana del Comitato per lo sport a Legnano ricordano al neo sindaco alcuni punti urgenti per rigenerare l'attività sportiva

Generico 2018

Anche l’ambiente sportivo accoglie il neo sindaco di Legnano, Lorenzo Radice, con la speranza di un cambio direzionale fondamentale e urgente per la disastrosa situazione in cui versano soprattutto gli impianti della città.

Carlo Bandera, presidente della Associazione società sportive legnanesi è subito diretto nella suo commento: «Il mondo sportivo legnanese ha sicuramente bisogno di uno “scatto” di una accelerazione. Bisogna ridefinire una governance precisa e dedicata».

Obiettivo prioritario secondo Bandera «è dare alle società la possibilità di operare con sicurezza e qualità e ai cittadini di fruire di un servizio sportivo il più ampio possibile sia come tipologia di sport che di modalità: promozionale, preagonistico, agonistico, alto livello. Dobbiamo trovare un equilibrio in cui sia le piccole società sportive con pochi iscritti, quelle con molti iscritti ma con attività spiccatamente educativa e non per forza agonistica, e quelle con mission agonistica possano trovare risorse e strutture adeguate. Ci auspichiamo un assessorato “forte” e “competente”, un tecnico».

Da dove partire? Carlo Bandera indica cinque punti:
• dalle piccole manutenzioni che minano il normale svolgersi degli allenamenti e la sicurezza dei ragazzi
• ampliare e migliorare il rapporto con le dirigenze scolastiche, le palestre utilizzate dalle società dilettantistiche sono per la maggior parte della scuola e sono le stesse dove fanno educazione motoria i nostri figli in orario scolastico
• dai protocolli di biosicurezza in regime di COVID (pulizia, igienizzazioni e sanificazioni)
• gestioni dirette da parte delle società di impianti sportivi con possibilità di apportare migliorie
• investimenti su nuove strutture che rispondano a reali esigenze delle società.

«L’Associazione società sportive legnanesi è pronta e si mette a completa disposizione dell’amministrazione comunale», conclude Bandera al quale si allinea Marco Tajana, presidente del Comitato per lo sport a Legnano:«Lo sport locale dà il benvenuto a Lorenzo Radice del quale, in campagna elettorale, ma anche subito sopo la sua elezione, ha apprezzato l’attenzione e l’apertura verso questo ambiente. La stessa dichiarazione che aveva fatto in un confronto organizzato proprio dal nostro Comitato ci rassicura sulle sue reali intenzioni. Infatti, valutata come disastrosa la situazione impiantistica, aveva anticipato che, da sindaco, avrebbe tenuto almeno un paio d’anni la delega allo sport».

«Mi aspetto un approccio concreto e reattivo – prosegue Tajana – . Radice ha capito i problemi dello sport e la necessità di confrontarsi con le società. Da parte nostra massima apertura verso la sua amministrazione e anche nei confronti dell’Associazione società sportive legnanesi, soprattutto se dovesse intervenire una piena condivisione del nostro programma».

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 06 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore