Quantcast

Elezioni a Legnano: “Franco Colombo, la persona giusta per la città”

A colloquio con Rosella Peluso, capolista del gruppo civico che ha candidato sindaco l'ex assessore della precedente Giunta, dalla quale si era dimesso prima della vicenda giudiziaria

Generico 2018

In un panorama elettorale che vede un deciso cambio generazionale e un rinnovamento nelle liste, si inquadra in maniera ideale la decisione del dott. Franco Colombo di assegnare il ruolo di capolista a Rosella (detta Rossella) Peluso. Con lei Andrea Maggioni, Paolo Tripodi, Danilo Parini, Francesco Pizzino, Doriano Sciocco, Roberto Tunesi, Roberto Mauro Ciapparelli, Daria Casero, Paola Ziglio, Alessandra Caccia, Francesco Galli, Riccarda Biaggio, Alfio Laudani, Giuseppe Adriano Barbieri, Stefano Panizza, Michela Barlocco e Giuseppe Alfonso Jelo. Un mix di liberi professionisti, imprenditori, manager, sicuramente pronti all’impegno richiesto da Franco Colombo sempre con sorriso e semplicità.

«Questo 2020 è un anno che difficilmente dimenticherò – spiega Rosella Peluso -. Prima il lockdown, vissuto da mamma di un bambino di otto anni, e poi la discesa in campo come capolista della civica Franco Colombo Sindaco».

«La mia prima volta in politica. Che dire? Il momento giusto e la proposta giusta. Già in tempi non sospetti, avevo iniziato a condividere con l’“assessore alla cultura” alcune idee in merito alla necessità di restituire a Legnano un appeal urbano di qualità. Da ex docente di storia dell’architettura ho il “pallino” del bello che genera il buono. Così, quando il desiderio di poter vivere in una città più efficiente, più fruibile, più bella e ben rappresentata è diventata una vera necessità, non ho esitato un attimo ad accettare di condividere quello che mesi fa era solo un sogno e che oggi si è trasformato in un programma concreto, retto da una squadra eccezionale e compatta».

La decisione di guidare la lista soprattutto perchè «ritengo che Franco sia la persona giusta anche per Legnano. Un uomo che per il bene della città che ama, ha già preso decisioni importanti. Un uomo capace e che sa dialogare con tutti; che non fa promesse elettorali e che ha la schiettezza di dire le cose come stanno».

In linea con il comportamento del candidato sindaco, anche Rosella conferma «di non avere l’abitudine a urlare, ma tutti quanti abbiamo lavorato sodo per studiare un piano di azioni concrete per la rinascita di Legnano. Conosciamo le difficoltà del momento perché le viviamo in prima persona, nel lavoro e nelle dinamiche sociali. Conosciamo tutto della nostra città perché la viviamo ogni giorno. Ora non mi resta che sperare che l’impegno sia ripagato con la fiducia dei legnanesi e che questo strano 2020 si concluda nel migliore dei modi possibili».

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 15 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore