Quantcast

Il prevosto e La Sinistra, una bottiglia di vin santo per festeggiare una sana riconciliazione

Nessun confronto in stile Peppone - don Camillo per un comizio sul sagrato della basilica, ma tanto buon senso e collaborazione

Generico 2018

Un sano esempio di come i problemi si possono risolvere con il buon senso e la reciproca collaborazione è stato offerto ieri sera, sabato 12 settembre, dal prevosto, monsignore Angelo Cairati, e dal gruppo di attivisti della Sinistra – Legnano in Comune, impegnati entrambi a difendere la propria, concomitante, libertà di espressione.

Pochi secondi di tensione, mediata dalla Polizia Locale, e nessun confronto in stile Peppone – don Camillo, come invece qualcuno, in piazza San Magno, pensava di assistere nel momento in cui stavano per iniziare, contemporaneamente, la messa vespertina delle 18, celebrata a porte aperte per le regole anti contagio, e il comizio del dott. Angelo Barbato dell’Istituto Mario Negri di Milano.

La Sinistra rilancia sull’ex ospedale: «Diventi un presidio socio-sanitario e post cura»

Il gazebo della Sinistra era collocato a pochi metri dal sagrato della basilica. Così, i canti con chitarra dei sostenitori della candidata Bertolini, partiti insieme al suono delle campane, con un audio particolarmente elevato, sono apparsi quasi una provocazione. Invece, successivamente, l’intervento degli oratori sul palco è stata diffuso con un volume appena percettibile. Nessun disagio, quindi, per don Davide che ha celebrato la messa e per i fedeli presenti in chiesa.

Alla fine, una bottiglia di vin santo offerto da monsignore alla candidata Lucia Bertolini ha sancito una “riconciliazione” che ha fatto bene a tutti. Soprattutto alla città, bisognosa di altri segni di distensione come questo in una campagna elettorale spesso caratterizzata da troppi agitatori.

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 13 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore