Quantcast

Testimonianze e manifesti per rilanciare il Ddl Zan: sfila a Legnano il corteo arcobaleno

Un centinaio di persone sono scese in piazza per sensibilizzare la cittadinanza sui diritti Lgbt e la legge contro l'omobitransfobia affossata in Senato

«E’ bello essere qui oggi in tanti e sapere che non siamo soli nel difendere i nostri diritti». Con questa consapevolezza il popolo arcobaleno – un centinaio di persone – è sceso in piazza oggi, 28 novembre, a Legnano per manifestare a favore del Ddl Zan, per sensibilizzare la cittadinanza e fare conoscere gli articoli che compongono il disegno di legge contro l’omobitransfobia affossato in Senato a fine ottobre.

Galleria fotografica

Legnano manifestazione pro Ddl Zan 4 di 17

Lo ha fatto «perchè ci sono di mezzo i diritti di tutti, di persone che fanno parte di minoranze, ma anche di chi è etero, per rendere questo mondo un mondo più giusto, libero e sicuro per tutti». Questo lo spirito con cui  Giulia Turri e Federica Palma hanno dato il via questo pomeriggio da piazza Carroccio a un corteo pacifico e colorato, proseguito fino al Castello dove, in cerchio, i manifestanti, legati da lacci colorati hanno cantato “Imagine” di Jhon Lennon. «Una riunione per connettere le persone sensibili a questo tema e per difendere le fragilità», l’hanno definita le organizzatrici che intendono dare vita a un collettivo per portare avanti questo percorso nato in forma spontanea. Tra le proposte anche quella di uno sportello Lgbt nella città di Legnano.

Generica 2020

La manifestazione si è svolta in forma assolutamente pacifica e nel rispetto delle norme anti-covid, con mascherine e distanziamento: tante le bandiere e i colori che hanno animato il corteo preceduto da una serie di testimonianze. Come quella di Federico: «Oggi sono finalmente un ragazzo felice – ha detto stupito di vedere così tante persone al suo fianco -. Ci sentiamo sempre le “pere” della città di Legnano che poco c’entrano con gli altri: invece è bello vedere che ci siamo e non siamo pochi. Io sono nato in un corpo che non era conforme alla mia identità di genere, perchè definito biologicamente femminile. Oggi sono qui e sono Federico: questo è la cosa importante. La mia è stata un lunga presa di consapevolezza, perchè in Italia c’è pochissima informazione a riguardo e le leggi che tutelano le persone transgender sono poche e pessime. Basti pensare che quello che ha dato fastidio del Ddl Zan è stato proprio il punto sull’identità di genere.  Io non ho deciso io di nascere in un corpo che non era conforme alla mia identità di genere ma ho deciso io di prendere in mano la mia vita e cambiare le cose.  Abbiamo davanti un percorso ancora difficile, c’è tanto da lavorare ma speriamo che tutto questo possa cambiare presto».

 Legnano manifestazione pro Ddl Zan

Chiede più diritti anche Chiara, moglie di Federica dal 20 giugno 2020 con la quale si è unita in Comune a Legnano in piena pandemia. «Lo ho fatto perchè desideravo fare un passo per tutte e tutti noi, per tutelare la persona che ho deciso di avere al mio fianco per il mio sentire. Noi – ha gridato al megafono – abbiamo avuto il coraggio e la comprensione delle nostra famiglie costruita nel tempo, ma quanti fanno fatica? -Ed è questo il punto, essere liberi di scegliere, avere una tutela e prendersi al contempo delle responsabilità. Su questo in Italia siamo ancora troppo indietro».

 Legnano manifestazione pro Ddl Zan

Presenti anche rappresentanti della Uildm, associazione dell’amministrazione comunale con il sindaco Lorenzo Radice che ha esortato a ripartire dalla tutela dei diritti civili: «La scelta di essere qui oggi è una scelta di campo. Sul Ddl Zan è stata persa una battaglia e credo che tutte le persone che hanno a cuore i diritti civili debbano riconoscere che un tema come quello dell’identità di genere, ancora così divisivo nel 2021, non deve essere lasciato da parte, ma dobbiamo cercare di trovare ciò che unisce. Vi invito quindi a ripartire dal tema della tutela dei diritti di tutte le persone: la nostra amministrazione sarà al vostro fianco»

«Cacciata da casa perchè “contro natura”»: in piazza le testimonianze della comunità LGBTQ

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 28 Novembre 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Legnano manifestazione pro Ddl Zan 4 di 17

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore