Quantcast

Lutto a San Giorgio su Legnano per la scomparsa del dott. Luca dell’Acqua

E' stato un medico di famiglia apprezzato sia per professionalità, sia per qualità umane. Deceduto a soli 57 anni

luca dell'acqua

Si svolgeranno giovedì 22, alle 10.30, nella chiesa di San Giorgio su Legnano, i funerali del dottor Luca dell’Acqua, scomparso all’età di 57 anni, di cui 30 al servizio dei sangiorgesi come medico di famiglia. Una figura cara a tutti coloro che l’hanno conosciuto sia per professionalità, sia per una profonda umanità. In paese, si è fatto apprezzare anche per la costante vicinanza alla Protezione civile e alla Pro Loco. Era stato candidato alle elezioni del 2017 con Forza Italia.


Il gruppo di Protezione Civile di San Giorgio su Legnano e Canegrate si unisce al dolore dei familiari per la scomparsa del nostro amico e sostenitore Dr. Luca.
Ci piace ricordarlo come una persona che sapeva ascoltare i propri pazienti in questo caso noi volontari, un uomo semplice, umile ma sempre attento e professionale.
Ci mancherà moltissimo


Il Consiglio della Pro Loco e i soci si uniscono al dolore della Famiglia per la perdita del nostro socio Luca.  Sentite condoglianze


Ciao Luca, riposa in pace e grazie tanto per essere stato mio vicino di casa da 22 anni e medico disponibile per me qualsiasi volta in cui ho avuto bisogno. Un abbraccio
Lele e famiglia


L’Associazione Amici della Sequoia partecipa al dolore della famiglia per la prematura scomparsa del dott. Dell’Acqua. La sottoscritta in particolare, come ex responsabile della Residenza La Sequoia di Legnano, lo ricorda come il primo medico che ha operato in quella casa. I “ragazzi” lo chiamavano affettuosamente “dottor Luca” e tutti, famigliari e operatori, sapevamo di poter contare sulla sua presenza e sulla sua professionalità. Era un uomo con un profondo senso del dovere, un dottore che si prendeva cura della persona nella sua interezza e che voleva conoscere la storia di ognuno per poterne definire meglio la cura. Grazie dott. Luca per averci regalato la tua presenza di giovane medico ma, soprattutto, di grande amico.
La Presidente Flavia Cucchetti


Nella tua missione di medico a San Giorgio ti sei fatto amare e apprezzare dai tuoi assistiti e dalle persone che ti hanno conosciuto. Oggi piangiamo una persona che ha speso la propria vita per gli altri. Te ne sei andato troppo presto. Grazie dott. Luca Dell’Acqua.

Il sindaco Claudio Ruggeri


L’Associazione Medici Legnano si stringe attorno a Paola e Andrea per la prematura scomparsa dell’amico e collega dott. Luca Dell’Acqua.


Caro Luca,
non ce la faccio a pensare che, dopo oltre trent’anni, non ci incontreremo, puntuali, ogni giorno. Abbiamo trascorso più tempo insieme di quanto dedicato ai nostri affetti, a casa, ad aspettare… Abbiamo condiviso gioie e timori, perplessità, dubbi della professione e della vita; avremmo voluto dirci di più, ma talvolta “per non disturbare” sono mancate le parole, non gli sguardi.
Te ne sei andato in silenzio, senza neppure un gesto di stizza per una sorte non amica, come possono fare solo “i miti e puri di cuore” che, sta scritto, vedranno Dio.

Cornelio Turri


Ciao Luca,
in queste ore dove un paese intero è rimasto senza parole alla notizia io ti voglio ringraziare e ricordare per la bellissima e professionale collaborazione che ho avuto nei dieci anni da sindaco. Sempre cordiale, sempre disponibile ma soprattutto sempre attento alle necessità dei pazienti e alla comunità sangiorgese. Nei due interminabili anni di pandemia, nonostante le legittime paure, nessuno è rimasto senza una tua visita a casa o in ambulatorio, tu per loro c’eri sempre. Sono certo che ci sarà un intero paese a salutarti in questo ultimo viaggio, perché le persone come te meritano di essere accompagnate e ricordate con affetto per sempre e tu di bei ricordi ne hai lasciati tanti, da quanto sento e leggo in queste ore.
Le mie più sentite e sincere condoglianze alla famiglia e a tutti i medici e collaboratori del centro medico di San Giorgio.
Ciao Dottore!!
Walter Cecchin


Ciao Luca.
Con queste poche, scarne parole, ero solito salutarti quando, all’ inizio di una normale giornata di lavoro, incrociavamo lo sguardo. E spesso, troppo spesso, travolti dalla frenesia del lavoro, si arrivava a sera tarda senza nemmeno poter scambiare una parola e ci si salutava con un laconico “buona serata, ci si vede domani”.
Quando, per pura casualità, la porta del mio studio si apriva in contemporanea con la tua, sulla soglia compariva la figura di un uomo minuto, dall’ aspetto mite, dal carattere riservato e con un enorme carico di fragilità, ma che riusciva a trovare nel contempo una grande forza dentro di sé per dedicarsi in modo totalizzante al suo lavoro ed alla cura dei propri pazienti.
Già, la tua disponibilità era infinita, come la tua pazienza, anche quando talvolta qualcuno furbescamente della tua disponibilità ne faceva un uso, a dir poco, discutibile. Avevi comunque un sorriso per tutti, sempre.
E poi la malattia, breve, improvvisa, implacabile.  La dignità con cui l’hai affrontata resterà, per quanto mi riguarda, esemplare per tutti noi. Non è facile accettare il proprio destino quando si ha la chiara, lucida consapevolezza di quello che ti attende. Ad un paziente, talvolta, si può raccontare qualche pietosa bugia, ma per un medico, una diagnosi suona come una sentenza.
Te ne sei andato così come hai vissuto, in punta di piedi, quasi con pudore. È questo che ci resterà di te, in un mondo dove troppo spesso vince chi urla e strepita, tu ci hai insegnato la dignità del silenzio e la travolgente potenza delle nostre fragilità.
Giuseppe Ungaretti sosteneva che la meta non è la destinazione finale, bensì “la meta è partire”.
Allora ciao Luca, buon viaggio, dovunque tu sia.

Stefano Ongaro

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 19 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore