Quantcast

Teva presenta il piano per la chiusura del sito di Nerviano

Dopo aver annunciato, tre giorni fa, il licenziamento collettivo, Teva è passata ai fatti. Ma il mese di agosto "congelerà" la vertenza: il tavolo si aprirà a settembre

Lavoratori TEVA di Nerviano in protesta sotto la Regione Lombardia

Dopo aver annunciato, tre giorni fa, il licenziamento collettivo, Teva è passata ai fatti. In questi giorni la multinazionale farmaceutica ha presentato il piano che porterà alla chiusura del sito di Nerviano entro il 2024. Ma il mese di agosto “congelerà” la vertenza. Quindi, il documento che porterà al licenziamento di 300 lavoratori entro la fine dell’anno sarà discusso a settembre.

«La proprietà ha presentato il piano – spiega Francesco Restieri segretario della Filctem Cgil Ticino Olona -, noi, come da prassi, chiederemo al Ministero di congelare la vertenza sino a settembre . Poi si apriranno i tavoli di confronto».

Si preannuncia un autunno di “fuoco” anche perchè i sindacati e i lavoratori non intendono arrendersi. La richiesta, dopo un anno di lotte, resta sempre la stessa: «Teva deve vendere ad un altro offerente per reindustrializzare il sito ed assicurare la totale occupazione – afferma il sindacalista -. Non ci arrendiamo. Torneremo a più riprese a invitare l’azienda ad una maggiore apertura per coinvolgere eventuali pretendenti».

La crisi Teva è iniziata nell’aprile del 2021: da allora si sono susseguiti momenti di confronto e scioperi. La multinazionale dal canto suo ha più volte confermato l’intenzione di cedere il sito produttivo al miglior offerente, ma sino ad oggi non è stato trovato alcun pretendente. 

La chiusura è un altro un duro colpo per il territorio dell’Alto Milanese già provato da diverse crisi, basti pensare alla Emerson di Rescaldina. Vista la situazione socio economica nazionale appesantita dall’attuale incertezza politica, la preoccupazione per i lavoratori e le loro famiglie si fa sempre più sentire.

 

di gea.somazzi@legnanonews.com
Pubblicato il 25 Luglio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore