Quantcast

La Festa del Lazzaretto di Nerviano cambia organizzatore dopo dieci anni

L'organizzazione della Festa del Lazzaretto è finita anche tra i banchi del consiglio comunale attraverso un'interrogazione di Lega, GIN e Con Nerviano

festa del lazzaretto nerviano

Dopo dieci anni cambia la “regia” della Festa del Lazzaretto di Nerviano, appuntamento tra i più tipici del paese che a settembre porta nei dintorni dell’omonima chiesetta musica, cibo, eventi, bancarelle e fuochi d’artificio. Dalla prossima edizione, infatti, non sarà più l’associazione Collage ad organizzare la manifestazione: al suo posto con ogni probabilità ci sarà una cordata di associazioni.

Proprio nei giorni scorsi, peraltro, la Festa del Lazzaretto è approdata anche tra i banchi del consiglio comunale cittadino grazie ad un’interpellanza presentata da Lega, Gruppo Indipendente Nervianese e Con Nerviano. «Abbiamo appreso dalla stampa locale che dopo dieci anni l’associazione Collage non si occuperà più dell’organizzazione della festa – si legge nel documento a firma del capogruppo Massimo Cozzi -. Abbiamo preso atto delle parole del sindaco, sempre sulla stampa locale, secondo le quali “la Festa del Lazzaretto va avanti. In questi mesi si sono fatte avanti altre associazioni, che incontrerò personalmente, che hanno messo sul tavolo alcune idee per l’evento”. Si chiede di avere maggiori e dettagliate informazioni in merito alla festa e quali associazioni nervianesi si occuperanno dell’organizzazione e della gestione, augurandoci che venga preservato lo spirito storico-religioso della stessa».

«Le feste popolari non rientrano nell’attività istituzionale dell’ente locale, o meglio l’ente locale ha un ruolo che può essere anche determinante ma come facilitatore – ha replicato l’assessore alle tradizioni Sergio Parini -: sicuramente una festa popolare senza il popolo non parte nemmeno. Con gli esempi di feste popolari estinte o rinate in base all’interesse della gente si potrebbe fare un elenco. La Festa del Lazzaretto ha vissuto vicende molto controverse negli anni: c’era un comitato che poi non c’è più stato ed è subentrata fortunatamente l’associazione Collage, ma sempre senza che il comune mettesse becco nell’organizzazione e nella composizione del comitato organizzatore. Lo stesso sta succedendo in questo frangente. L’amministrazione in questa fase ha esplorato la possibilità di riportare la sfilata all’interno della festa, a prescindere da chi la organizzerà, ma ci siamo arenati nel momento in cui abbiamo chiesto dei preventivi che ci hanno restituito come riscontro cifre allucinanti: si parla di 40/50 mila euro per sfilate di 3 o 4 ore, cifre con cui il comune di Nerviano organizza tre stagioni culturali. Abbiamo dato la nostra disponibilità da un punto di vista logistico, per contributi e per mettere in campo eventi, ma organizzare una festa di questo tipo non è compito del comune. Per quanto riguarda gli organizzatori, in questi giorni è girata una richiesta da parte dell’associazione I Sottopalco che invitava le altre associazioni a dare disponibilità per poter mantenere questa festa popolare».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 27 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore